martedì 3 dicembre 2013

Losanghe glassate alle mandorle





Losanghe glassate alle mandorle


Se hai poco tempo a disposizione , ma non vuoi rinunciare a 
preparare qualcosa con le tue mani, una buona idea potrebbe 
essere congelare l’ impasto pronto, già steso. Puoi prepararne 
più tipi., la frolla non risente affatto del congelamento.


Ingredienti per la pasta
Mandorle macinate finemente g 300
Zucchero semolato g 140
Uovo intero 1
Tuorlo 1
Cioccolato al latte g 40
Caffè in polvere 1 cucchiaino
Lievito per dolci una punta di cucchiaino
Vaniglia semi di mezza bacca

Per la glassa
Albume 1
Zucchero a velo g 50
Sale 1 pizzico



Lavora l'uovo ed il tuorlo, lo zucchero e la vaniglia con un mixer ad 
alta velocità fino ad ottenere una crema soffice. 
In un pentolino fondi il cioccolato a bagnomaria, aggiungi il caffè e 
incorpora il cioccolato fuso alla pastella. Unisci la farina di mandorle 
e il lievito in modo da formare una pasta dura. Dividi la pasta in due 
parti, dai a ciascuna metà la forma di un disco, avvolgi con pellicola 
trasparente e fai riposare in frigo per 30 minuti.
Il riposo non indurirà il composto, darà solo modo ai profumi di 
amalgamarsi. Stendi la pasta tra due fogli di carta forno, forma due 
rettangoli e con uno stampino ricava delle losanghe. 
Rivesti una teglia di carta forno e trasferisci i biscotti aiutandoti con
una spatola a 2,5 cm di distanza. Prepara la glassa: monta a neve 
ferma l'albume con un pizzico di sale, incorpora lo zucchero a velo.
Spalma la glassa sui biscotti e cuoci a 180° per 12 minuti o fino a 
quando i biscotti saranno dorati. Attendi che siano freddi prima di
staccarli dalla carta forno, appena usciti dal forno sono  morbidi.

La totale mancanza di farina non giova alla conservazione dei biscotti, 
consiglio di consumarli nel giro di qualche giorno, mantenendoli in un 
contenitore ben chiuso al riparo dalla umidità.



Foto di Valentina








SHARE:

34 commenti

  1. Grazie per il consiglio Sandra, e grazie per questi meravigliosi biscotti :) Ti abbraccio forte <3

    RispondiElimina
  2. Chissà cosa devono essere questi biscottini alle mandorle *__*
    E quella scatolina...mi sa di cose buone, fatte a mano, con amore.
    come sai fare tu ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I biscotti sono buoni, prova Michi!!..durano dalla bocca al naso.., ma sono davvero buoni!
      La scatolina stavolta no, ma son capace se mi ci metto! :D
      Bacioni, tanti! ♥

      Elimina
  3. Ma hai creato delle confezioni troppo carine..per non parlare del contenuto!!! Bravissima e buonissime le tue losanghe! Buona giornata! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara, come dicevo a Michela, stavolta la scatolina non l'ho fatta io, però mi hai fatto pensare, potrei.... :)
      Ciao , un bacio

      Elimina
  4. bellissime queste losanghe e che bella confezione!!!

    RispondiElimina
  5. Belle e buone!ottima idea per i regalini di Natale! : ))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con un biscotto è difficile sbagliare :)
      Ciao Francesca!

      Elimina
  6. Buonissimi questi dolcetti!!!

    RispondiElimina
  7. Che belli!
    Questi biscotti sono un must nei mix di natale sfitzeri ma io non ho mai provato a farli, questa ricetta me la salvo ;)
    Un abbraccio grande
    Lou

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro i mix di natale sfitzeri!! credo tutti i mix del nordeuropa... dai, non puoi non averli fatti!!..ma la tua parte italiana non era neanche neanche un po curiosa?:D
      Bacioni Lou

      Elimina
    2. Ammetto, in casa mia non seguiamo la tradizione dei biscotti perché mia madre è inglese e al limite facciamo un pudding.
      L'unica cosa di rito sono i mincepies, che spero di fare presto, per me senza mincepies non è Natale!!!
      I mix sfitzeri vengon donati da amici e parenti ma forse quest'anno un poco mi applico ;)
      Ho visto i tuoi calzini e li trovo deliziosi, purtroppo oraq devo scappare veloce.
      Ti abbraccio
      Lou

      Elimina
    3. Da me , se mancano i biscotti, non sembra Natale .. :/
      Lou, non ho idea di cosa siano i mincepies, ma ora lo devo assolutamente sapere ^_^
      vengo a curiosare!
      Ciao cara, buona giornata :*

      Elimina
    4. Scusa cara ma son svampita al cubo...quando ho scritto il commento dalle praline mi si è accesa la lampadina: E se la Sandra chiede cosa sono i mincepies? Ecco...
      Non ho ancora la ricetta, devo estorcerla a mia madre ma appena li facciamo preparo un post.
      Comunque sono delle tortine fatte con pasta brisée, in genere le facciamo di un diametro di 5 cm suppergiù e abbiamo una teglia apposita nella quale mettiamo il primo disco, la farcia (che è fatta con mela, uvette, noci, brandy e che va preparato qualche mese prima, diffida delle ricette che dicono un paio di giorni...balle non sa di nulla poi ;D ) poi il secondo disco che spennelliamo con acqua e spolveriamo con zucchero.
      Sono dei dolcetti speciali, non per tutti.
      Ricordo una mia ex collega, che avevo avvertito dicendole di prendere un assaggino, ne infilò uno in bocca per sputarlo subito (oh avvisata, ha le uvette etc etc...visto che so che non a tutti piacciono)
      L'avrei menata...
      Si chiamano mincepies perché in origine nella farcia c'era anche carne trita ma ammetto di non aver mai fatto una ricerca filologica...quasi quasi per il post mi applico :)
      Baci e buonanotte dolcezza :)

      Elimina
    5. Infatti son venuta da te a curiosare e non ho trovato la ricetta :) ..peccato che il ripieno debba macerare così a lungo, non ce la si può fare per questo natale, ma se riesci a pubblicare la ricetta sul tuo blog, magari mi organizzi per il prossimo anno..adoro queste preparazioni con largo anticipo..è come avere un bel segreto..non so spiegare :)
      Grazie che ti fermata a raccontare ♥

      Elimina
    6. Eh immaginavo.
      Forse una ventina di giorni bastano, chiedo a mia madre...se è possibile ti passo il segreto in anticipo ;)

      Elimina
    7. Grazie Lou , ma aspetto volentieri e copio dal tuo blog ;*

      Elimina
  8. Bellissimi! Un bellissimo regalo di Natale fatto con le mani e col cuore :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..eh..se mi dai un biscotto da fare son felice, che ti devo dire ..:D
      Un bacione cara :*

      Elimina
  9. Bellissime :)
    Un ottima idea regalo fatta con le proprie mani :)kiss

    RispondiElimina
  10. L'ho congelata solo una volta la frolla e ho fatto un disastro quando l'ho scongelata. Mai più mi sono detta, ma forse già mi sono ricreduta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Arianna? Io lascio in frigo fino a che raggiunge una temperatura lavorabile,
      e ti assicuro che lo faccio spesso. Da me la frolla piace e non ne preparo mai una dose piccola, è comodo averla congelata. Dai , riprova , magari è stato un caso :)
      Ciao , fammi sapere :*

      Elimina
  11. Mamma che buoni questi biscotti, solo con farina di mandorle ... anche io spesso la congelo la pasta frolla, torna utile quando devi fare un dolcetto al volo ;) Non riesco a starti dietro, ma come fai? Vado a leggere le altre due ricette. ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se dovessi preparare e fotografare dubito che ce la farei, ma ho l'aiutante :)
      Terry, con le mandorle della tua sicilia i biscotti sarebbero ancora più buoni!
      Baci ♥

      Elimina
  12. Che buoni questi biscotti....le mandorle, il cioccolato, l'aroma del caffe e per finire la glassa...più che biscotti mi sembrano dei pasticcini, ideali da regalare! bravissima. Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti i sapori si sentono tutti e , insieme, stanno proprio bene :)
      Buona giornata Letizia :*

      Elimina
  13. Che belli, Sandra.... sono di una delicatezza unica <3 Un vero gioiellino, deliziosi :) Ti abbraccio forte forte, buona serata :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale, grazie ! :)
      Buona giornata, tesoro ♥

      Elimina
  14. Sandrissima... ma come fai a pubblicare una ricetta al giorno???? Una domanda: ho capito bene li cuoci con la glassa? Perchè mi sembrava un'idea carina da portare a scuola di mia figlia l'ultimo giorno di scuola... Un bascione!

    RispondiElimina
  15. Come faccio? ..eh ..sembrava più facile sulla carta...mi ero organizzata, ma il tempo , quando si è al pc, boh , si ritira! non capisco, infatti mi siedo e passa mezz'ora in 3 secondi, deve esserci qualcosa che non va!!
    Ma bando alle ciance ^_^ e veniamo a noi.
    Si , cuocio con la glassa, fai attenzione a trovare la giusta temperatura del tuo forno, io ho messo la mia. Te lo dico perché la prima infornata aveva la glassa giallina, ben cotta insomma.
    Tieni presente , ma l'ho scritto,che è un biscotto morbido.
    Io lascerei asciugare dopo cotti nel forno spento e ancora caldo , visto che devono "viaggiare"
    Fammi sapere se hai qualche altro dubbio, rispondo appena posso, un bacio :*

    RispondiElimina

Leggo con gioia i vostri commenti , siete in tanti a farmi visita tutti i giorni e anche se lo fate in silenzio la cosa mi fa ugualmente piacere,grazie ♥

© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig