martedì 28 febbraio 2012

Fiore di brioche






 Doretta...ebbene si , sempre lei, lei riesce a trovare le cose più incredibili... 
mi fa vedere  la  foto  di un dolce  e dice,
 beh no , non dice , scrive.. " Ma non è bellissimo?"

 Effettivamente si, molto bello! Colorato. Scenografico.  Bon , facciamolo!






La prima prova è venuta così , così ...







 Non  mi è piaciuto molto..troppo zucchero per i miei gusti, troppo dolce .. insomma
 ho cambiato un pò di cose!
 Qui  potete vedere  gli ingredienti e un video  del dolce di cui , alla fine , ho copiato
 solo la forma a fiore , per il resto ho fatto di testa mia!








Ingredienti

90 g lievito madre 
200 g farina 00
240 g farina 0 
145 g latte intero
100 g di burro morbido
80 g zucchero
5 g sale
3 uova intere
1 cucchiaino di vaniglia in polvere 

Finitura del dolce 

Crema pasticcera
Glassa di zucchero fatta con zucchero a velo e latte tiepido.

Con questi ingredienti io ho preparato un fiore ed una torta di rose.



 Procedimento

Nella ciotola dell'impastatrice versare farina , zucchero e latte tiepido, far girare lentamente la frusta a K e aggiungere il lievito madre a pezzetti alternando con le uova .

Impastare per 15 minuti, poi aggiungere il burro molto morbido in 2/3 volte ,infine  il sale e la vaniglia, incordare bene e mettere a lievitare in ciotola imburrata al tiepido per 5/6 ore.
 
Infarinare lo spiano,dividere l'impasto in due metà : una di 500 g precisi .
Dividere ancora in 8  pezzi da 50 g  ed uno da 100 g e formare a palline
Creare un solco su ognuna delle 8 palline  che riempirete con un cartoccio di pellicola in alluminio  in modo da  mantenere il solco anche in lievitazione e disporre su carta forno a formare un fiore.
Coprire con film e attendere il raddoppio.
Spennellare di latte e infornare  a 180° per circa 25 minuti.
Far raffreddare per qualche minuto e nel  frattempo preparare la glassa , poi togliere l'alluminio , riempire i solchi con la crema  preparata precedentemente, infine glassare il dolce e far raffreddare completamente prima di gustare ...anche se tiepido è davvero buono!|
Per la presenza di crema il dolce va tenuto in frigo e la brioche non se ne avvantaggia di certo, ma basterà scaldarla in microonde per qualche secondo e ritroverà la morbidezza che aveva appena uscita dal forno..




 Offro questo dolce a Magda del blog    COOKwithMAGDA   che mi ha regalato questo premio.






Colgo l'occasione per dire che mi ha fatto molto piacere ricevere questo riconoscimento , ma temo di non essere  molto portata e ho veramente pochissimo tempo a disposizione ..  per cui questo premio io  lo giro  a mia volta  a tutte le blogger che sono nella lista dei miei preferiti , siete le migliori! ♥




SHARE:

domenica 26 febbraio 2012

Hot dog, il pane!




Il pane per hot dog è morbido, soffice soffice e con una mollica leggera per accogliere
la salsa preferita...a proposito per voi senape o ketchup?
A casa mia preferiscono ketchup!




Ricetta da  txfarmer's blog   adattata a lievito naturale

Ingredienti

480 g farina 0
315 g acqua
90 g lievito madre
25 g zucchero
30 g latte in polvere
25 gr burro morbido
10/12 g sale


Procedimento

Sciogliere nell'impastatrice  il lievito madre con 100 g di acqua, aggiungere tutta la farina, lo zucchero , il latte in polvere, l'acqua rimanente , impastare sommariamente e lasciare riposare per 30 minuti.
Passato il tempo impastare a lungo con il gancio fino ad avere una pasta liscia , aggiungere il burro morbido, il sale e impastare ancora .
Mettere a riposo in un contenitore imburrato, attendere l'inizio della lievitazione poi mettere in frigo per 10/12 ore, in frigo l'impasto deve almeno raddoppiare.
Togliere dal frigo, lasciare a temperatura ambiente per un'ora, dividere in pezzi da 90 g per i panini da hot dog e da 50 g per i panini da hamburger .
 Per formare i panini da hot dog stendere ogni pezzo su spiano infarinato fino a sgonfiare completamente la pasta , portare al centro i due lati esterni, ripassare col mattarello fino ad avere un rettangolo regolare e poi arrotolare.
Formare i panini da hamburger allo stesso modo senza arrotolare ma, una volta steso e piegato  l'impasto ,
 formare a pallina .
Far lievitare coperti ed al tiepido fino al raddoppio.





Pennellare i panini con latte tiepido e  infornare a 190° per 23/25 minuti gettando
 un bicchiere d'acqua su una leccarda posta sul fondo del forno.





 Per la versione con lievito di birra vi mando qui.









SHARE:

venerdì 24 febbraio 2012

Brioche alla nocciola






Uno squisito  pralinato alle nocciole  e la  ricetta di una brioche
più volte collaudata, un binomio perfetto !









La mia amica Serafina ha preparato il pralinato alle nocciole ed è una crema così buona
che vado di cucchiaino nel barattolo... prima di finirlo però volevo preparare un dolce
di quelli che piacciono a me , una nuvola di brioche profumata di nocciole!


Ingredienti

90 g di lievito madre
80 g di acqua
240 g di farina 0
60 g di burro morbido
1 uovo
1 tuorlo
50 g di di zucchero
3 g sale
1 cucchiaino di vaniglia in polvere


 Farcitura 

pralinato di nocciole
1 cucchiaio di burro


Copertura

albume d'uovo
2 cucchiai di pralinato
2 cucchiai di farina  00
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiai di burro
1 cucchiaio di granella di nocciole


Procedimento


Nell'impastatrice sciogliere il lievito madre con le uova e metà dell'acqua,
 nell'acqua restante sciogliere lo zucchero.
Aggiungere metà farina , l'acqua zuccherata, l'altra metà della farina, incordare bene, montare il gancio e incorporare il burro mescolato alla vaniglia ed il sale, impastare fino a perfetta incordatura.
Far lievitare in contenitore imburrato e chiuso fino al raddoppio abbondante.
Dividere l'impasto, io ho diviso in 10 pezzi da 40 g  e con la pasta rimanente
ho preparato delle brioche vuote intrecciando dei rotolini.

Stendere 5 pezzi , spalmare di pralinato, arrotolare e chiudere in un
altro cerchio di pasta  fino a formare una pallina che metteremo una vicina all'altra
 a lievitare in uno stampo rettangolare  foderato di carta forno.







Nel frattempo prepare la copertura mescolando gli ingredienti ed
amalgamando con poco albume poi mettere in frigo .

Una volta  che le palline sono raddoppiate di volume spennellare con poco albume
e "sbriciolare" sul dolce la copertura fredda di frigorifero.

Infornare a 180° per 25 minuti.







SHARE:

martedì 21 febbraio 2012

Le creme della mamma







Il dolce dell'ultimo giorno di carnevale sono le "creme" della mamma!







La mia mamma le prepara ogni anno ed ogni anno è una battaglia...

si fa a gara per decidere quali sono le più buone tra quelle della mia mamma, 
quelle di zia Maria e quelle di zia Natalina.
"La zia Maria ha detto che non ci mette niente!"
"..ma dai...come niente? Ma vààà , la conosco , è mia sorella..
Dice che non ci mette niente e poi... lo so che non mi dice tutta la verità."
"Allora falle come quelle della zia Natalina!"
"Non ci penso neanche! La zia Natalina usa troppe uova e troppo burro!"
"Allora fai come vuoi..."
"Certo! Ma una mi deve aiutare, eh? Mica me le farete fare tutte da sola."
...una...io! mamma , ti aiuto io , quest'anno le "creme" più buone saranno le nostre !





Ingredienti 

1200 g di farina 00
ammoniaca per dolci dose per 1 kg di farina
70/80 g di latte tiepido
1 bustina di lievito
8 uova
16 cucchiai di zucchero
200 g di burro fuso tiepido
sale q.b.

Farcitura

3 buste crema Leone
3 litri di latte
300 g farina
450 g zucchero
buccia a striscioline di 1 limone 

Finitura

liquore Alchermes
zucchero


Procedimento

Sbattere le uova con lo zucchero ed il sale, aggiungere il burro e la farina mescolata al lievito.
Per ultima aggiungere l'ammoniaca sciolta nel latte tiepido , impastare velocemente e lasciare riposare
mentre si prepara la crema per la farcitura.
Il prodotto usato è una polvere , si usa sempre quella, non perchè sia più buona, ma solo perchè così si è sempre fatta la crema e quello è il sapore del ricordo...
Bollire il latte con la buccia del limone , versare lo zucchero , la polvere "Leone" e la farina girando con una frusta per non fare grumi, cuocere per qualche minuto , togliere le bucce di limone e  tenere la crema al caldo  e coperta in modo che  non faccia la pellicina .
Accendere il forno a 200°, dividere in 7 pezzi l'impasto , stendere col mattarello ogni pezzo a rettangolo su carta forno e cuocere per 8/10 minuti o comunque fino a che la superficie sarà rosata.
Far raffreddare , farcire con la crema, e accoppiare a due i "fogli" di pasta cotti.
La mia mamma li fa dispari perchè con una parte di impasto prepara i biscotti per il mio papà, che li ama ben cotti ed ogni anno brontola perchè li vuole PIU' cotti ...

Quando sono ben freddi pennellare con poco liquore Alchermes e spolverare con zucchero.



SHARE:

domenica 19 febbraio 2012

Voglia di krapfen!




  Questa semplicissima ricetta mi piace davvero tanto , in pochi giorni
l'ho preparata  due volte, ed è un vero record per me che friggo forse
un paio di volte l'anno!
.. però questi dolcetti meritano , provate!




 
 Ingredienti per 25 mini krapfen


150 g farina manitoba del supermercato
150 g farina 00
 50 g di acqua 
50 g di zucchero semolato
3 g di lievito disidratato
 60 g di burro morbido
1 uovo 
1 tuorlo
acqua q.b. ( io 50 g )


Farcitura
 
crema pasticcera o marmellata 



Procedimento

Mischiare le farine e mettere da parte.
Sciogliere il lievito con 50 g di acqua tiepida e mescolare a 50 g di farine miste, 
coprire  e lasciare lievitare per 30/40 minuti al tiepido.
Nella ciotola dell'impastatrice  versare le farine , lo zucchero , il lievito 
precedentemente preparato e le uova.
Impastare fino ad avere un composto omogeneo , aggiungere
acqua se il composto è troppo duro a seconda dell'assorbimento
delle farine usate , poi inserire il 
burro in tre riprese e impastare fino a incordamento.

Mettere in un contenitore imburrato e  far lievitare per circa due ore.


 


Stendere l'impasto su una superficie infarinata allo spessore di un centimetro, 
con un coppapasta dal diametro di 6 centimetri ricavare all'incirca 25 cerchietti
che metteremo a lievitare coperti con pellicola per almeno un'ora.
I ritagli possono essere reimpastati  , io ho preparato delle ciambelline, 
non possiamo però più stendere per formare altri krapfen.
Dopo il riposo friggere a 170° in olio profondo , cuoceranno velocemente
ed altrettanto velocemente ... finiranno!

Con una sac a poche ed una bocchetta dalla punta sottile praticare
un piccolo foro sulla superficie e riempire i dolcetti con la farcitura preferita.
 

 


Come forse avrete notato in questa ricetta non c'è sale, 
la prima volta è stata una mia dimenticanza, la seconda volta l'ho omesso di 
proposito, la mancanza non si sente e i krapfen sono morbidi anche il giorno dopo.
Non so se la ragione della morbidezza sia questa, però mi è capitato
molto raramente di provare un lievitato col lievito di birra che 
rimanga morbido anche il giorno dopo.








 Una volta farciti i mini- krapfen con crema pasticcera o marmellata, spolverateli con zucchero a velo,
 rotolate le ciambelline nello zucchero semolato e ...
 godetevi queste delizie!



SHARE:

venerdì 17 febbraio 2012

Ciabatta alle olive




Un altro pane , lo so! Ancora pane , ma questo è buonissimo!!!
La crosta è sottile , friabile, l'interno morbido e, ogni tanto , la sorpresa delle olive!






 La ricetta è la stessa che trovate qui
Ho solo aggiunto una manciata di olive e formato a ciabatta.



 
 




Stendere l'impasto su una superficie leggermente unta formando un rettangolo,
piegare un lato fino a metà .
 Fare lo stesso col lato opposto e poi piegare
ancora ma unendo il sotto al sopra  tirando  leggermente per allungare.








 Infarinare un telo e mettere i due  filoni a lievitare al tiepido e coperti con pellicola.











SHARE:

domenica 12 febbraio 2012

Girandole di pane





Un pane dalla forma divertente e  allegra , un impasto profumato e soffice,
chisseneimporta se fuori il vento soffia ?
Io accendo il forno...


 




Ingredienti

400  g farina O
100 g farina integrale
90 g lievito madre
25  g farina O
125 acqua 
165 latte intero
50 g acqua
10 gr miele di  lampone
250 ricotta
30 burro
10 sale
pepe ai fiori a piacere

Procedimento

In un pentolino versiamo  i 25 g di farina O e i 125 g di acqua e mettiamo su
fuoco basso mescolando continuamente fino ad addensamento , deve diventare 
come una besciamella densa.
Spegnere e lasciare raffreddare.
Nella ciotola dell'impastatrice versare la farina O e l'integrale, mescolare,
 versare il latte tiepido , il miele ,  il lievito madre e la ricotta.
Impastare con la frusta a K  per qualche minuto, se serve aggiungere
un pò alla volta i restanti 50 g di acqua , poi aggiungere il preparato
di acqua e farina .
Montare il gancio e impastare a lungo fino ad avere un composto liscio
ed incordato , infine aggiungere il burro morbido , il sale ed il pepe .
Imburrare un contenitore e mettere l'impasto a lievitare fino al raddoppio.
Una volta raddoppiato dividerlo in sei pezzi da circa 200 g ciascuno ,  formare a palla 
e far riposare coperti per 30'
Riprendere e formare a filone, far riposare con la chiusura sotto  per 30'.
Con un bastoncino , io ho usato il manico di un mestolo ,  premere sulla chiusura
creando un solco di 2/3 centimetri, riavvicinare le due metà , 
girare di 90° e praticare un solco perpendicolare al primo, 
infine torcere delicatamente di un giro completo.
Fare lo stesso con un altro e sovrapporli.
E' più facile da fare che da spiegare , comunque nelle foto ci
sono tutti i passaggi.
Mettere a lievitare coperti ed  al tiepido con la chiusura sotto.





 




Una volta raddoppiati di volume , portare il forno alla massima temperatura, capovolgere
le girandole , infornare gettando un bicchiere d'acqua su una leccarda posta sul fondo del forno.
Dopo 10' abbassare a 220° e cuocere per altri 25'.






Per chi non usa il lievito madre.
Sciogliere mezzo panetto di lievito fresco o mezza bustina di lievito liofilizzato
in poca acqua , aggiungere il miele ed un cucchiaio di farina presi dal totale , attendere
che si formi la schiuma e poi mescolare al resto degli ingredienti.
Per riequilibrare la ricetta andranno aggiunti 60 g di farina O e 30 g di acqua.
Il procedimento rimane lo stesso.








SHARE:

sabato 11 febbraio 2012

Pane con farina di mais





Questo è un  pane rustico dalla crosta  spessa e croccante, dalla mollica consistente e gustosa,
particolarmente buono con preparazioni ricche di intingoli e sughetti...







Pane con farina di mais



Ingredienti

400 g farina 0
200 g acqua tiepida
100 g farina di mais fioretto
50 g farina di mais bramata
200 g acqua calda
90 g lievito madre
10 g miele di salvia o acacia
20 g olio
10 g sale


Procedimento

Nella ciotola dell'impastatrice miscelare velocemente la farina 0 con l'acqua tiepida
fino a che tutta la farina è bagnata , coprire e lasciar riposare 30'.
In una ciotola mescolare le due farine di mais e versarvi l'acqua molto calda,
idratare bene , coprire e far riposare 30'.
Passato il tempo, aggiungere nella ciotola dell'impastatrice il lievito madre, il miele
e , un cucchiaio alla volta, la polenta ormai tiepida.
Lavorare a lungo con la foglia  fino ad incordatura,  versare l'olio e far 
assorbire , per ultimo  il  sale.
Lavorare l'impasto su spiano con mani unte fino a che lo sentirete "gonfio".


          



Ungere un contenitore e far riposare fino al raddoppio.




Infarinare un telo , porlo in un cestino e adagiarvi il pane dopo aver dato la forma.
Coprire e far nuovamente lievitare al tiepido.
Portare il forno alla massima temperatura , se piacciono fare dei tagli decorativi
  al pane con una lametta , poi infornare versando mezzo bicchiere d'acqua
su una leccarda posta sul fondo del forno.
Dopo 10' abbassare a 220° e cuocere per altri 25' .
Bussare sul fondo del pane, sarà cotto se darà un suono "vuoto".
Lasciare il pane nel forno spento per 15' , poi far raffreddare a temperatura
ambiente appoggiato su una griglia.





Per chi non usa il lievito madre.

Usare mezzo cubetto di lievito oppure mezza bustina di lievito disidratato, sciolti in poca acqua 
presa dal totale e aggiunti dopo i 30' di riposo della farina.
Vanno riconsiderate le dosi della farina O che porteremo a 460g
e dell'acqua che porteremo a 230 g.
  Tutto il resto, sia  ingredienti che procedimento,
rimangono gli stessi descritti sopra.







SHARE:

giovedì 9 febbraio 2012

Torta di rose



E' un dolce che mi piace moltissimo, profumato di  cannella e burro...
oppure di vaniglia ...o cardamomo..
 ho provato molte versioni, quella che vi propongo è una 
delle mie preferite,  adoro la cannella!





Ingredienti

240 g farina 0
70 g latte intero
70 g zucchero di canna
70 g burro
70 g lievito madre
2 uova medie
1 cucchiaino di  latte condensato
zeste di mezzo limone
3 g sale

Farcitura 

40 g burro morbido
40 g zucchero di canna
2 cucchiaini di cannella in polvere

Procedimento

Sciogliere lo zucchero nel latte caldo insieme al latte concentrato, amalgamarlo alla farina 
e cominciare ad impastare aggiungendo un uovo alla volta precedentemente sbattuto.
Io ho usato un uovo e mezzo.
Unire il lievito a pezzetti e , una volta incordato, il burro con la buccia di limone ed
il sale.
Lavorare a lungo fino a che l'impasto sarà liscio e non appiccicherà più.




Imburrare un contenitore e far riposare al tiepido fino al raddoppio.
Stendere l'impasto col mattarello su spiano infarinato fino a formare un
rettangolo di 40 x 30 cm , distribuire il burro morbido, 
spolverare di zucchero e cannella e arrotolare dal lato lungo.
Tagliare in pezzi di circa 5/6 cm , cercare di chiudere bene il fondo
pizzicando la pasta e disporli in uno stampo da 24 foderato di carta forno ,
dopodiche far riposare coperti con pellicola fino al nuovo raddoppio.



 



Accendere il forno a 180°, spennellare il dolce col mezzo uovo avanzato, 
cospargere di zucchero di canna e infornare per 18/20'.







Per chi non usa il lievito madre


Si può fare con lievito fresco usandone mezzo cubetto oppure con lievito 
disidratato usando mezza bustina , la ricetta rimane identica ,  
sarà sufficiente sciogliere il lievito nel latte zuccherato e poi 
procedere come descritto ricordando che i tempi si riducono moltissimo.

Per ottenere  un prodotto più soffice sciogliere il lievito in metà del latte tiepido
previsto dalla ricetta  mescolandolo ad un cucchiaio di zucchero ed uno di farina .


 


 Coprirlo con un altro cucchiaio di farina ed attendere che lieviti fino a "uscire".
Continuare come da ricetta.
 





SHARE:
© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig