giovedì 4 aprile 2013

Le pesche di Lucia


Lucia è la mamma di mio marito, a Pasquetta siamo stati insieme a tutta la famiglia , abbiamo
mangiato tantissimo. C'era di tutto e di più, tutto preparato da mia suocera, ci ha preparato persino
il dolce: le pesche! E' uno di quei dolci che in ogni famiglia si prepara in modo più o meno uguale, 
eppure il risultato è  diverso. Infatti queste sono morbidissime , friabili e molto leggere.
Ho chiesto la ricetta per poterle rifare e Stefania, anticipando la risposta di sua mamma,  dice :
"Non ho proprio pesato tutto, più o meno...sai, fai a occhio ...la farina vedi tu quanta ce ne vuole."
Così tra una risata e un " pressapoco" ...   habemus ricetta !!


Ingredienti per 30 pesche

Margarina g 125
Zucchero semolato g 150
Uova 1 intero e 2 tuorli ( uova piccole)
Farina g 350
Lievito per dolci 1 bustina
Buccia  grattugiata di mezzo limone
Sale 1 pizzico

Per la finitura

Zucchero semolato
Liquore Alchermes
Mandorle con la buccia
Cioccolato

Monta la margarina ( ci vuole la margarina, se usi il burro il risultato non sarà lo stesso) con lo
zucchero fino ad avere un composto chiaro , aggiungi l'uovo e i tuorli uno alla volta e, sempre 
montando, la buccia di limone. Poi comincia ad aggiungere farina ed il lievito incorporando
prima col cucchiaio di legno e poi con le mani. Accendi il forno  a 170 °. Posiziona un foglio 
di carta forno su una teglia. Pesa piccole porzioni di impasto, forma delle palline di 12 grammi 
ciascuna che metterai sulla teglia abbastanza distanziate tra loro perché in cottura si allargano.
Questo non accadrà se userai più farina di quanta ne ho usata io, il mio impasto era morbido,
la prossima volta metterò  della farina in più così le palline manterranno meglio la forma.
Cuoci per circa 13/15 minuti a metà altezza , sforna appena dorate. Metti a raffreddare su
una griglia e, nel frattempo, prepara il ripieno che può essere crema pasticcera al cioccolato, 
nutella, oppure, come ho fatto io, una mousse di cioccolato all'acqua. Sciogli 120 g di 
cioccolato al latte con 40 g di acqua, mescola per raffreddare velocemente e poi monta 
con le fruste come fosse panna, il cioccolato diventerà una mousse chiara e  areata.
Una volta raffreddati , scava i dolcetti dalla parte liscia, quella che era a contatto con la teglia, 
usando un coltello, forma una cavita' che riempirai con la mousse, aggiungi una mandorla e
unisci a due a due. Bagna velocemente, molto velocemente ogni pesca nell'alchermes e copri
di zucchero semolato, rotolandola su di un piatto fino a che ne sarà completamente ricoperta.
Posiziona i dolcetti in pirottini e decora con foglioline di menta.






Foto di Valentina Dalla Pria





SHARE:

52 commenti

  1. Ciao Sandra :) Che belle queste pesche e che buone devono essere... complimenti a Lucia e complimenti a te! :) Ahaahhaah mi è sembrato di leggere le parole di mia mamma e di mia zia... "a occhio, fai tu... vedi tu quanta farina ci va... ti regoli!" :D ;) Un abbraccio forte forte! :) :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ridere... Stefania mi fa "La ricetta?..vabbè..gli ingredienti!Per le dosi, a occhio!"
      Quella era l' unità di misura : a occhio! ^_^
      Ma quanto erano brave mamma , nonne e zie?

      Buonanotte gioia :**

      Elimina
  2. belle, sono di un colore fantastico, brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il merito è del liquore, grazie Paola :)

      Elimina
  3. Che mito le mamme e le nonne che cucinano ad occhio...mi domando se saremmo capaci anche noi e con questi risultati! ;)

    RispondiElimina
  4. Che splendore adoro le peschine! Da vedere e da gustare! <3 Devono essere state proprio buone, Sandrina <3 un bacione e grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Ely, mia suocera le ha fatte proprio buone!
      Buonanotte, un abbraccio ♥

      Elimina
  5. stupendeeeee! chissà che buoneee :D

    un bacione
    sabrina

    http://mycherrytreehouse.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. Appena posso provo a rifare la tua ricetta. L'avevo fatta tanti anni fa e mi ricordo che erano venute molto buone ma era stato così lungo e difficile che mi era passata la voglia. Appena mi riprendo dai bagordi di Pasqua proverò la tua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso dire che si fanno in un lampo, però posso dire che non sono difficili, questo no. E' divertente formare le palline , un pò meno scavarle, ma a quel punto hai quasi finito..dai , prova , poi mi dirai se ti piace la ricetta della Lucia!

      Elimina
  7. Una volta le ho fatte anche se con una ricetta diversa....buonissime,le ho mangiate tutte io ( e ti pareva!"!!!).
    Brava Sandra e grazie per avermele ricordate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è la quarta ricetta che ho provato finora, anche se ne ho pubblicate solo due, ma sono sempre buone, pur se diverse.
      Le hai mangiate tutte... io le ho incartate e spedite prima di cedere alla tentazione !^_^
      Buona notte Maria :*

      Elimina
  8. ehhh si... a occhio si fanno meraviglie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le mamme e le nonne, loro si!
      Un bacio, Giulia :)

      Elimina
  9. Sai che li conosco questi dolcetti ?? Li ho assaggiati un po' di tempo fa..e mi sono ricordata che erano buonissimi ! Che belli che sono !
    Grazie per la ricetta :) Un bacio dolce Sandra :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo periodo spopolano letteralmente..almeno dalle mie parti!
      Un bacio cara Mary:)

      Elimina
  10. Anche mia madre mi fa impazzire con i suoi "non ho pesato, vedi tu"!!! Come vedo io? Non hai una bilancia?
    Comunque le peschine di Lucia mi sembrano buonissime! Sarà che sono una golosona ma quanto mi piacciono i dolci ... :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, tutte uguali, vero? Si, è brava la Lucia!

      Elimina
  11. P.s. Bellissimo il pensiero di oggi; lo condivido in pieno! Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pensiero è di Roberta, trovo che sia speciale, mi dà la carica ogni giorno.
      Baci Terry!

      Elimina
  12. Sandra ma che belle che sono !!!! Mi sono segnata la ricetta che le voglio provare quando ho un pò di tempo! Un bascio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty , fammi sapere se ti sono piaciute poi!
      Un baciotto:)

      Elimina
  13. Che buone!!! Queste le faceva la mia mamma...uno spettacolo! Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Buon fine settimana a te, un bacio!

      Elimina
  14. mamma mia Sandra, io le pesche come questa me le sogno la notte... e quando non dormo me le immagino!
    una tira l'altra, mi immagino!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) ...con tutte le squisitezze che fai tu!!
      Un abbraccio grande!

      Elimina
  15. Ma che nostalgia le pesche dolci! Me le faceva mia madre da piccola ed è davvero un secolo che non le mangio. Lei le faceva enormi, sembravano pesche vere dalle dimensioni...ricordo che andavo in estasi e ne facevo davvero delle scorpacciate. Grazie per avermele fatte ricordare, la ricetta ovviamente me la segno ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe la misura giusta, grandi appunto come vere pesche, a me piacciono i mignon e volevo metterle nel pirottino, però andrebbero più grandi , in effetti. Comunque per tutti le pesche dolci sono un dolcetto di famiglia, bella questa cosa!

      Elimina
  16. Come son belle Sandra, a me le pesche fanno sempre pensare con infinita tenerezza (e un po' di commozione!) alla mia nonna materna che ce le faceva trovare sempre quando andavamo a trovarla. Un sapore dell'infanzia e dell'affetto!
    Un bacio grande e un buon we!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è un bel ricordo sono contenta di averlo sollecitato :)i bei ricordi sono fiammelle che ci scaldano dentro ed è un così piacevole calore..
      Buon fine settimana Roby♥

      Elimina
  17. Ciao Sandra!!
    Anch'io una volta ho fatto le pesche e sono buonissime!! :)
    E' da quando sono piccola che adoro questi dolcetti perchè mi attirava tantissimo il colore! Ti pareva :-P
    Complimenti!!
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rosa è il tuo colore, decisamente :D
      Un bacio Giulia!

      Elimina
  18. Buone le pesche,le faceva una vicina di casa di mia mamma ma farcite con la crema pasticcera,chissà che bontà con la mousse al ciocco,curiosa la tua fatta con acqua.
    Buon we,baci baci!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, sono buonissime anche con la pasticcera! La mousse all'acqua l'ho trovata da Bressanini, un grande!
      Ciao Lorena, baci!!

      Elimina
  19. Che belle queste pesche Sandra! Sai che non le conoscevo? Mai viste! Devono essere buonissime e voglio provarle ... e comunque altro che "pressappoco" :) ci hai dato una ricetta precisissima!! :)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, davvero non le conosci? Provale, quando puoi,la versione più consueta prevede la farcitura con la nota crema alle nocciole che ha sempre molti estimatori ed è anche più veloce, perchè, va detto, non è una ricetta rapida ^_^...precisina io.. :D
      Baci!!

      Elimina
  20. questo e' uno dei dolcetti che piu' preferisco in assoluto!!!!!

    RispondiElimina
  21. Sono perfette!!!
    Buon fine settimana.
    Inco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Inco ♥
      Buonanotte e buon w.e., speriamo con il sole!!

      Elimina
  22. Ahhh tutto a occhio, ma come fanno? Un giorno anche noi saremo così? :P Bellissime e sicuramente buonissime!

    RispondiElimina
  23. Chi lo sa?? Magari si!! ^_^
    Ciao polpy, un bacione!

    RispondiElimina
  24. Una mia cara amica le faceva grandi e così ne potevi mangiare solo una, mignon invece ne puoi fare una scorpacciata.
    Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E va davvero a finire che se ne mangia una scorpacciata , eh! :D
      Ciao Barbara, grazie di essere passata :*

      Elimina
  25. non ho mai mangiato questo d olce,proverò di sicuro a farlo,mi alletta

    RispondiElimina

Leggo con gioia i vostri commenti , siete in tanti a farmi visita tutti i giorni e anche se lo fate in silenzio la cosa mi fa ugualmente piacere,grazie ♥

© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig