martedì 14 maggio 2013

La panna cotta di Cristina e lo sciroppo alle rose







Da quando Cristina me l'ha fatta assaggiare , la preparo così sempre, metà panna e metà latte,
a volte,come in questo caso, addirittura  latte parzialmente scremato ed il gusto non ne risente 
affatto, anzi, diciamo che la si gusta a cuor leggero.
Stavolta l'ho aromatizzata con uno sciroppo alle rose visto che  il mio giardino ne è pieno .
Per preparare questo sciroppo avrei dovuto usare delle varietà specifiche di rose, per avere 
profumi che rimanessero intensi anche dopo la cottura dello sciroppo, io ho usato invece
petali di rosa canina che , per quanto odorosi, non  rimangono molto profumati. 
E' però una prova piacevole da fare, sempre se si hanno a disposizione rose non trattate con
prodotti chimici. Trovo che usare lo sciroppo di rose su di una panna cotta sia .... romantico!




Panna cotta per 4

Panna fresca g 200
Latte fresco ( parz. scremato) g 250
Zucchero semolato g 60
Gelatina in fogli 2

Sciroppo alle rose

Petali di rose non trattate
Acqua
Zucchero

In un pentolino unisci panna, latte e zucchero, metti su fuoco bassissimo e mescola per sciogliere
lo zucchero. Nel frattempo idrata i fogli di gelatina immergendoli in acqua fredda. Poco prima del
bollore strizza i fogli di gelatina e aggiungili a panna e latte, attendi la ripresa di un leggero bollore,
spegni e versa in stampini monoporzione. Dopo aver lasciato raffreddare un poco a temperatura
ambiente, passa in frigo per 8 ore almeno prima di consumare per consentire il consolidamento.

Per lo sciroppo alle rose, procura dei fiori sani e non trattati, stacca i petali e , senza lavarli ma
controllando con attenzione che non abbiano ospiti, ponili in una pentola, copri a filo di acqua
fredda e, a fiamma bassa, porta a bollore. Appena accenna a bollire, spegni e lascia riposare
coperto fino al giorno dopo. Strizza i petali, filtra il succo ed il liquido in cui erano immersi, pesa
il tutto e aggiungi pari peso di zucchero, fai bollire fino a raggiungere la densità che desideri,
spegni, invasa immediatamente, chiudi e poni a raffreddare rovesciando i vasi.











Mando l'ultima foto a Food & Clicks che ospita per questa settimana l'evento Mercoledì Monokromo,
le cui regole per partecipare si trovano da Cindy.



IMG_5842-003











SHARE:

38 commenti

  1. Ciao Sandra! Voglio provarla anch'io così, più leggera...buonissima e delicata! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roby :) Va pensata un poco in anticipo, così ha il tempo di solidificare, però si può togliere qualche caloria :D
      Un bacione :*

      Elimina
  2. bella idea, rimane più leggera...la voglio provare. E poi lo sciroppo alle rose mi incuriosisce assai!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo , fammi sapere se la provi, anche io ero curiosa di provare lo sciroppo :)
      Un bacio, buona giornata :*

      Elimina
  3. La trovo non solo romantica, ma anche di classe, veramente...sembra un dessert da altri tempi! forse per via del piattino shabby usato, per la tovaglia...non lo so. Ma mi piace moltissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, sembra un dessert d'altri tempi, la panna cotta vintage ^_^
      Grazie Any, un bacione :)

      Elimina
  4. Mi piace molto la panna cotta ma con lo sciroppo alle rose nn l ho mai provata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io l'avevo mai provata, è ..inusuale :)
      Ciao Gioia :*

      Elimina
  5. Mi piace sai questa panna cotta? Mi dà l'idea che con il latte rimanga più leggera, più delicata, insomma, mi ispira di più. Non parliamo poi dello sciroppo alle rose, che veramente dà un tono raffinato e romantico alla ricetta! Una favola! Un abbraccio dolce Sandra :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby, dolce che sei:)So che tu ami sopratutto il salato, ma per una volta, proprio perchè non ha il gusto " assoluto" ( cito la mia amica Cristina ) della panna , puoi provare, non si sa mai ^_^
      Un bacione grande, buonissima giornata :*

      Elimina
  6. Sicuramente più leggera la panna cotta fatta con il latte. Ma per lo sciroppo di rose (che anche a me fa molto romantico) come ti regoli con le quantità? Buona serata, Alice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, non ho messo le quantità perché , in effetti, si potrebbe preparare anche con un fiore solo, va pesato il liquido ottenuto dall'infusione per stabilire la quantità di zucchero da aggiungere.
      Che poi , anche quello è a discrezione, se ne può mettere anche meno di quello che ho messo io, se non si ha bisogno di conservare a lungo.
      Spero di essermi spiegata, altrimenti sono qui :)
      Un bacione, ciao Alice :*

      Elimina
  7. Bellissima e romanticissima!!! Mi incuriosisce molto lo sciroppo di rose.
    Bravissima!
    Iaia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me incuriosiva ^_^
      Ciao Iaia, un abbraccio :*

      Elimina
  8. non amo molto la panna cotta ma questa tua con lo sciroppo alle rose va provato assolutamente, un bacione e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere se la provi, un bacio Paola, grande!

      Elimina
  9. Ciao Sandra :) Come stai? Finalmente riesco a passare... mi sei mancata, mi mancavano i tuoi post e la colonnina di destra :) <3 Periodo caoticissimo... ma piano piano recupero, dai ;) Mi piace tanto questa panna cotta e lo sciroppo di rose mi fa impazzire, voglio provarlo assolutamente! Complimenti e un abbraccio fortissimo :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale ♥ Io non so davvero come passare dalle amiche, a fatica riesco a rispondere qui, pensare che non sono ancora a pieno ritmo col lavoro...mah, farò il possibile.. :(
      Se decidi di provare , l'ho scritto su comunque, per avere un profumo intenso servono fiori specifici, le altre rose rilasciano profumo più blando, io ho voluto fare un tentativo lo stesso, mi intrigava troppo l'idea ^_^
      Un abbraccio grande Vale :)

      Elimina
  10. Molto,molto romantico...brava Sandrina!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria, buona giornata carissima :*

      Elimina
  11. wow ha un aspetto cremosissimo!!! anche io faccio metà e metà ma uso agar agar

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'avevo, ma è la mia prossima prova :) Un bacione Valentina :*

      Elimina
  12. Sandrina bella :) Che aspetto meraviglioso la tua panna cotta !
    Il colore dello sciroppo è fantastico :)
    Un bacione !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le rose rosse rilasciano un colore molto bello, è vero:)
      Un abbraccio Mary :*

      Elimina
  13. Sandra devo provare a farla con metà porzione di latte... a volte mi dà l'idea che è troppo pesante (solo panna)... Bellissima con lo sciroppo di rose! Un bascione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, non è dietetica , ma sicuramente meno pesante :)
      Un bacio cuochetta :**

      Elimina
  14. ciao cara, la panna cotta è uno dei miei dolci preferiti! proverò la tua variante! hai ragione con lo sciroppo di rose è un piatto molto romantico :)

    un bacione
    sabrina

    http://mycherrytreehouse.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Sabri? Anche il mio ragazzo la adora, a lui comunque piace con qualunque "topping", non va tanto per il sottile ^_^
      Ciao cara , un bacione :)

      Elimina
  15. così leggera devo provarla per forza! :-) grazie!

    RispondiElimina
  16. ROMANTICA!!! Ma anche buona mi sembra.... che belle le foto con le rose... mi piace un sacco anche il bianco e nero, questa settimana c'ero anch'io!!!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandrì, ti faccio una confidenza, mi ricordo del BWW perché lo vedo da te ^_^ , vorrei fare tante di quelle cose , poi il tempo è quello che è, e io una sono!
      Ti bacio panificatrice seriale e stasera ti mando un lievitato :)

      Elimina
  17. Quanta delicatezza in questa ricetta Sandra! <3
    L'anno scorso con le rose ho fatto la marmellata, adesso voglio provare il tuo sciroppo ... ne immagino il profumo ...
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale , pure io ho preparato la marmellata, ora mi manca il liquore :D
      ..e non è detto che non ci provi!
      Ciao cara, un abbraccio

      Elimina
  18. Ciao Sandrina!
    Adoro la panna cotta è così delicata! Proposta nella versione romantica e insolita utilizzando le rose è spettacolare.
    Un bacio e a presto cara..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La panna cotta si presta ai voli di fantasia ^_^..
      Un abbraccio Seddy :***

      Elimina
  19. Che bontá la panna cotta, soprattutto se abbinata a salse fiorite come quella alla rosa. Complimenti per la ricetta e la bellissima e romantica presentazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti, sei molto gentile :)
      A presto

      Elimina

Leggo con gioia i vostri commenti , siete in tanti a farmi visita tutti i giorni e anche se lo fate in silenzio la cosa mi fa ugualmente piacere,grazie ♥

© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig