lunedì 13 febbraio 2017

Ciambella all'arancia e cardamomo


Quando penso ad un dolce, la prima cosa che penso è : lo voglio subito! Ma non voglio che sia un dolce frettoloso, lo voglio goloso, com'è giusto e sacrosanto che un dolce sia. Facile da fare. Che, per me, pure questo è sacrosanto.
E poi, da qualche tempo, per una intricata (non sarei io, altrimenti) associazione di idee, penso ad Anna, la bimba di Chiara, una mia amica. Anna ha otto anni e, quando diventerà grande, vuole aprire una pasticceria dove lavoreremo lei ed io. Anna è già capace di riprodurre i miei dolci, è una esperta, ha insegnato pure alla nonna! Chiara la aiuta a pesare gli ingredienti e lei mescola, aggiunge, mette nello stampo, inforna. Questa ciambella, che voleva essere un dolce per S. Valentino, ora è un dolce d'amore per le pasticciere grandi e piccole.


Ingredienti per uno stampo a ciambella diametro 16 cm altezza 9 cm
Farina di grano tenero tipo 2 g 225
Zucchero integrale g 100
Bicarbonato g 4
Buccia grattugiata di 1 arancia grossa
Cardamomo, i semi di 15 bacche
Bevanda all'avena g 200
Olio di girasole g 30
Aceto di mele g 30
Sciroppo di arancia g 20 (o 20 g succo di arancia e aumenta lo zucchero di 10 g)
Glassa di zucchero a velo e acqua
Confettini colorati 
Prepara lo stampo, dove cucinerai il dolce, oliato ed infarinato. Accendi il forno, modalità statico, ed imposta la temperatura a 180°. Spela le bacche e pesta nel mortaio i semi di cardamomo fino a ridurli in polvere. In una ciotola mescola la farina al cardamomo, allo zucchero ed al bicarbonato, unisci la bevanda all'avena, l'olio, lo sciroppo, ( se lo hai, oppure il succo di arancia) ed amalgama con cura. Ora aggiungi l'aceto di mele ed incorpora al composto mescolando dal basso verso l'alto, è il passaggio più delicato, serve a garantirti la corretta lievitazione del dolce. Non avere dubbi, una volta cotto, l'odore di aceto sparirà completamente.  Versa il composto nello stampo, inforna sulla griglia centrale e cuoci per 35'. Prima di togliere la torta dal forno, verifica la cottura inserendo uno stecchino oppure uno spaghetto nel dolce, se esce asciutto, è pronto. Fai raffreddare per alcuni minuti, nel frattempo prepara la glassa mescolando 1 tazza di zucchero a velo con 1 o 2 cucchiai di acqua. Togli dallo stampo, decora facendo cadere la glassa col cucchiaio sopra al dolce, distribuisci gli zuccherini. Quando la glassa sarà solidificata, il dolce sarà pronto da gustare. Si mantiene a temperatura ambiente se chiuso in un portatorte.

Foto di Valentina






SHARE:

12 commenti

  1. Il cardamomo ce l'ho, mi manca la bevanda all'avena che non vedo in giro dalle mie parti. Bellissima ciambella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero non la trovi Natalia? ..da me anche al discount, per dire. Grazie cara, buona serata :)

      Elimina
  2. Pochissimo olio, pochissimo zucchero, niente uova eppure cara Sandra ma guarda cosa hai sfornato! Ad avercene bimbe "da tirare sù" con un bell'impring naturale come Anna! fortunata tu ma fortunata anche lei ad avere te come compagna in cucina :-)
    p.s. la bevanda all'avena ce l'ho..in un attimo di follia pura l'ho comprata (poi svanita già fuori dal negozio...) ecco come potrei utilizzarla anche se mio figlio si lamenta quando faccio dolci sani..dice che o li faccio normali con burro, farina normale e uova e che siano buoni da fare male, che lui sano non vuole morire ....sennò lui non li mangia. Così alla fine ne mangio il doppio e ingrasso lo stesso :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna è un tesoro ♥ e si, sono fortunata!
      La bevanda all'avena è buonissima anche solo spruzzata di cannella, oppure nel caffè, o puoi farci dei budini oltre che provare questo dolce ^ ^
      Per quanto riguarda tuo figlio ti capisco, anche io, a volte, ho difficoltà a far apprezzare le cose sane a mio figlio, diciamo che è molto in linea col tuo. Però non mi smonta, io continuo a proporgli anche le mie idee e vedo che poco alla volta ci avviciniamo..per esempio, è molto soddisfatto quando, nell'assaggiare un piatto, riconosce gli ingredienti "nascosti", quelli che non si vedono e che non vengono percepiti da palati abituati a cibi meno sani. Non mi va sempre bene eh, e ingrasso pure io, purtroppo :(

      Elimina
  3. Direi che Anna ha le idee molto chiare e ci vede benissimo! Ha già capito quanto sei brava a fare dolci ... e non solo, direi io! Buon inizio di settimana dolce Sandra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna è una tosta!:D
      Un abbraccio Terry ♥, buona settimana anche a te

      Elimina
  4. Veramente deliziosa questa ciambella...semplice ed elegantemente particolare....mi piace molto, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che gentile, grazie Cristina :)un abbraccio

      Elimina
  5. Anna deve essere una bimba dolcissima...e tu ormai sei la sua musa ispiratrice :-) chissà quanto amerà questa ciambella! Io me ne sono già immaginata una fetta x la colazione di domani mattina :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna adora il cioccolato...probabilmente faremo delle modifiche a questa ricetta ^ ^ ma è bellissimo sapere che ha questa passione!
      Ti direi di passare per colazione, ma è finita in un batter d'occhio :D

      Elimina

Leggo con gioia i vostri commenti , siete in tanti a farmi visita tutti i giorni e anche se lo fate in silenzio la cosa mi fa ugualmente piacere,grazie ♥

© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig