lunedì 23 marzo 2015

Biscotti fioriti per Geo





Desideravo una esperienza bella, è stata meravigliosa! Ho conosciuto persone che hanno avuto nei miei confronti pazienza, cortesia, gentilezza infinita …
SHARE:

mercoledì 18 marzo 2015

Io, proprio io, a Geo!!




Qualche settimana fa ricevo una mail. Molto concisa. Sobria. Nemmeno una piccola, minuscola smanceria. 
“Salve Sandra, sono ... della redazione di Geo. Siamo interessati ad un contatto con lei. Le sarei grata se potesse fornirci un numero di telefono, o,  se crede, può contattarci lei al numero... 
Cordiali saluti.  
Firma “ 

Ehm. 
Aspetta, rileggo.
Dunque, un attimo. 
Leggo ancora una volta.
Poi ancora una. 
La mail pare autentica. 
Ci sono loghi, indirizzi, link. Ma io ho amici bravissimi a fare scherzi. 
E poi, diciamocelo … contattano me?? Loro??? Si, ciao! 

... ok, ma che faccio?? Rispondo alla mail?? Si!! Rispondo si!! Ecchecavolo, metti che sia vero! Oh, ma sai che era proprio veroverovero!!!! Sono in viaggio verso una nuova esperienza, mi aspetto di viverla bene, tutto qui. Se ti va di dare una occhiata, io sono in tv domani, a Geo. 


Le foto, tranne il logo Rai,  sono scatti dalla mia Valentina.



SHARE:

sabato 14 marzo 2015

Burger di lupini


























Capita che si abbia pochissimo tempo per cucinare e la alimentazione vegan non concede molte deroghe: bisogna pianificare!...a meno che non si facciano pasti di sola frutta o verdura che, chiaro, male non fanno, ma, se non ponderati, si rischia di alimentarsi in modo scorretto. Allora? Allora un burger, semplice. Di quelli facili, con ingredienti pronti, quegli ingredienti che sono la risposta alla domanda “guardacheoresonoeadessochefaccio???” Ecco, si tiene in casa una confezione di lupini in salamoia e del tofu sottovuoto. Sempre. Potrebbero salvare delle vite, sappilo! ...infine si aggiunge quello che suggerisce la fantasia o, meglio, ciò che offre il frigo e si risolve un pranzo!
































Ingredienti per 8 burger
fonte: WeVeg mensile di cucina vegana

Lupini in salamoia g 400
Tofu al naturale g 140
Cipolla  1 piccola
Carota 1 grande
Pomodori secchi sott’olio 6/7
Erbe aromatiche a piacere, prezzemolo, santoreggia…
Pangrattato q.b.
Sale se ne senti il bisogno, ma i lupini sono molto salati.
Olio


Metti a soffriggere la carota e la cipolla, dopo averle mondate e tagliate a pezzettini, aggiungi un goccio d’acqua nel soffritto e lascia cuocere. Nel frattempo scola i lupini e, lavorando sotto l’acqua, premi ciascun lupino tra pollice e indice per togliere la pellicina che li ricopre. Versa nel mixer il soffritto preparato, i lupini, le erbe aromatiche e i pomodori secchi, aziona e riduci il tutto ad un composto piuttosto fine, cercando di mantenere riconoscibili i vari ingredienti. Aggiungi pangrattato, solo se serve, quanto basta per tenere insieme il tutto, devi trovare la giusta densità, se il composto è granuloso farà fatica a stare insieme. Prepara 8 palline che appiattirai, passale nel pangrattato e cuoci con un filo d’olio in padella antiaderente giusto il tempo di rosolare entrambi i lati. Farcisci i panini aggiungendo verdure fresche e pranza seduta su un prato pieno di sole e margherite!


























Le foto sono di e con  Valentina !































SHARE:

martedì 10 marzo 2015

Vellutata di sedano rapa




























Il sedano rapa, questo sconosciuto! Sconosciuto per me, naturalmente … abbiamo avuto qualche timido approccio in tempi diversi … l'ho provato per lo più crudo, in insalata, ma non è mai scattato un reale interesse, lo ammetto! Rivalutato? Si, senza dubbio! Sarà che zuppe e minestre si fanno da sole, sarà che ultimamente mi piace sbucciareaffettarebuttareinpentola, sarà che mi diverte l’uso del frullatore ad immersione, sarà che mi alleno sull’impiattamento ahahah!, va beh, torno seria … sarà che è buono e fa bene, ce n’è di motivi per provare, vero? 





Ingredienti per 3 o 4 persone
Sedano rapa 1 piccolo
Patata 2 medie
Porro 1
Dado vegetale
Olio, sale, pepe
Maggiorana fresca
Semi di finocchio, pane

Affetta il porro e mettilo a stufare con un cucchiaio d’olio e mezzo bicchiere d’acqua insieme a qualche fogliolina di maggiorana, nel frattempo pulisci il sedano rapa, sbuccia le patate e riduci entrambi a dadini. Versa nel tegame dove il porro si sarà sfatto, gira per insaporire, condisci con sale, pepe ed una spolverata di dado vegetale. Copri con abbondante acqua, porta ad ebollizione, abbassa la fiamma e lascia cuocere per una mezz’ora a pentola coperta. Verifica che la verdura sia morbida e, usando il frullatore ad immersione, riduci il tutto ad una crema omogenea. Tosta i semi di finocchio in un padellino insieme a dadi di pane, anche raffermo, che ciascun commensale aggiungerà al piatto a proprio piacimento e servi fumante con qualche fogliolina di maggiorana fresca.

Le foto sono di Valentina 

































SHARE:

mercoledì 4 marzo 2015

La piadina a modo mio



Mi viene chiesto spesso che faccio quando mi ritrovo tanto lievito madre da “smaltire”.
SHARE:
© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig