martedì 4 novembre 2014

Minestra di ortiche




























La ricetta della minestra di ortiche è di Roberta. Roberta è una signora affabile, discreta e gentile, di aspetto giovanissimo, con un sorriso contagioso, la incontri una volta e ti sembra di averla sempre conosciuta … sa tantissime cose, sulle erbe spontanee, sulle erbe medicinali, sulla raccolta, il loro uso, risponde con pazienza ad ogni domanda e ti accompagna in questo mondo con semplicità, leggerezza e con grande competenza. Domenica mattina, ad un breve corso sulle erbe spontanee, ha parlato a lungo delle benefiche proprietà dell’ortica e dei sui vari usi. E' una pianta ricca di potassio, fosforo, calcio e ferro, la sua ricchezza di oligoelementi la rende una pianta dalle proprietà rimineralizzanti, adatta ad essere consumata da coloro che soffrono di artrite e malattie di tipo reumatico. Studi recenti hanno confermato proprietà antitumorali e antidiabetiche. E', inoltre, considerata un toccasana per le donne che vanno incontro alla menopausa e ad una conseguente riduzione delle massa ossea, dovuta a perdita di calcio. L'ortica è infatti una tra le possibili fonti vegetali, oltre a semi di sesamo, mandorle e broccoli. Ti regalo un consiglio di Roberta: tutto ciò che puoi fare con gli spinaci, lo puoi replicare con l’ortica!







Ingredienti abbondanti per 2 persone
Ortica g 80
Salvia 4/5 foglie
Aglio 1 spicchio
Acqua 1 litro
Sale
Farina di mais 4 cucchiai rasi

Metti nell' acqua, a freddo, le foglie di ortica, la salvia, lo spicchio di aglio ed un pizzico di sale,calcola 10 minuti di ebollizione. Allontana dal fuoco e frulla il tutto con un mixer ad immersione(se non lo gradisci, togli lo spicchio di aglio). Rimetti sul fuoco, aggiungi, sempre mescolando con una frusta, 4 cucchiai di farina di mais e cuoci  per altri 10/15 minuti. Aggiusta di sale, versa un giro d'olio, anche profumato al peperoncino, e servi fumante. A me è piaciuta accompagnata da castagne, anzi caldarroste. 




Foto di Valentina





































SHARE:

18 commenti

  1. Mi fa sempre paura quando leggo ortica! Prima o poi supererò questo scoglio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no hai ragione ad aver paura! Io mi sono munita di : guanti spessi, ( non vanno bene quelli usa e getta! ) felpa pesante e forbici e la raccolta è stata rapida ed indolore ^ ^
      Poi, a casa ho lavato le foglie sempre munita di guanti e , una volta sbollentata , l'ortica è perfettamente innocua! ..però va avvicinata con molta attenzione :)
      Ciao Roberta :*

      Elimina
  2. Posso dire che l'adoro, Sandrina? Amo le minestre, i passati, tutto ciò che è brodoso. E d'inverno è la mia cena perfetta, tutte le sere!
    Bellissime le fotografie ❤
    Ti abbraccio forte, mi manchi tanto! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche dirlo che la fotografa ti abbraccia!! Ed anche io , menestrella mia dolce ♥
      Minestre sempre, sempre! Io le amo anche in estate, pensa te!
      Arrivo da te, un bacione!

      Elimina
  3. Le ortiche mi ricordano casa!!! Mia mamma fa anche il risotto e un sacco di altre cose, sono meravigliose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti andrebbero usate molto , hanno notevolissime proprietà benefiche, brava la tua mamma!
      Un bacione Any :)

      Elimina
  4. Ciao Sandra, mi è piaciuto molto il tuo articolo e il modo in cui parli della sig.ra Roberta.
    Mi attira tantissimo questa minestra, sicuramente prima o poi la farò. Grazie anche per i preziosi consiglio sull'ortica.
    Ciao,
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ne hai modo , provala, questa minestra ti conquisterà!
      La signora Roberta è una miniera di informazioni ed è stato bellissimo starla ad ascoltare, non vedo l'ora del prossimo appuntamento! Che, naturalmente, racconterò qui!
      Bacioni Tiziana :)

      Elimina
  5. Ogni volta che entro qui... respiro aria di casa!!!
    E le tue parole..., il modo con cui ci parli raccontandoci come nasce la ricetta, mi incanta come fosse sempre la prima volta!!!

    Questa minestra di ortiche ha un non so che di speciale:
    sarà per il suo colore così intenso e brillante, sarà per tutte le proprietà benefiche che questa foglia racchiude, sarà perché tu l'hai preparata con l'Amore di sempre e con l'Amore di sempre l'hai condivisa con tutti noi!

    GRAZIE Sandra!! :********

    p.s. un bacio a Valentina che continua a riempirci gli occhi di bellezza con i suoi scatti! :)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria Teresa...sono felice ogni volta che ti leggo, bella amica mia!
      Grazie di esserci sempre !♥♥♥

      Elimina
  6. So bene quanto sono preziose e affidabili le essenze officinali. E infatti, molte le uso in cucina non solo per il loro caratteristico aroma ma anche per le proprietà benefiche che apportano.
    L'ortica però non l'ho mai cucinata ma so che è buonissima oltre che versatile. La tua minestra deve essere deliziosa. Grazie a te e a Roberta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La signora Roberta ci ha parlato a lungo anche della menta, e appena la bella stagione lo permetterà, pubblicherò qualche preparazione ad hoc :)
      Hai ragione Natalia, abbiamo un autentico tesoro a disposizione, prezioso per la nostra salute, non dobbiamo far altro che aprofittarne :)
      Un bacio cara, buona domenica :*

      Elimina
  7. Buonissima e profumatissima sarà anche!
    Con le erbe si creano piatti preziosi.. questa ricetta la terrò stretta.
    Grazie a Roberta a te e a Valentina.
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Vally :)
      Buona domenica cara, un bacione!

      Elimina
  8. Sandra, che buona.. a me piace da morire l'ortica e questa versione nella minestra, ora che incomincia ad essere non proprio freddo ma umidino si, mi attira proprio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so da te , ma qua fa freschino già.... poco male , le minestre scaldano, oh se scaldano!!
      Fammi sapere se la provi, un abbraccio Gaia :*

      Elimina
  9. Buona la zuppa di ortiche! Mi hai ricordato i bei tempi di gioventù quando i campi erano più accessibili e saccheggiabili di adesso: in tutte le stagioni c'era sempre qualcosa di buono e sano da mettere in pentola. Come le ortiche, appunto, di cui io raccoglievo le giovani cimette in primavera per farci il risotto, e le radici in autunno per farci un decotto per i capelli. Mi piacerebbe conoscere la signora Roberta.

    RispondiElimina

Leggo con gioia i vostri commenti , siete in tanti a farmi visita tutti i giorni e anche se lo fate in silenzio la cosa mi fa ugualmente piacere,grazie ♥

© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig