domenica 9 novembre 2014

Pane veloce con farina di segale




























E' un periodo, per me , di grande attività. Mi alzo presto, quasi sempre è ancora buio pesto e non vedo il sole che dopo due ore da che sono sveglia, ma riesco a fare così tante cose mentre la casa dorme! E, tra queste, il pane non può mancare, naturalmente. Questa ricetta, intesa come ingredienti, arriva da un periodo in cui frequentavo un forum di cucina, la paternità è di Nico, un grande esperto in materia di lievitati, credo non l'abbia mai pubblicata, almeno io non sono riuscita a trovarla. Come esecuzione, invece, mi affido al collaudato metodo di Emmanuel Hadjiandreou. D'altronde, praticamente a notte fonda, non è il caso di far partire impastatrici, rischio di trovarmi le forze dell'ordine all'uscio di casa!!







Ingredienti

Farina 0 g 320
Farina di segale integrale g 80
Acqua tiepida g 260
Lievito madre g 40
Sale g 11

Procurati due ciotole, una più piccola ed una più grande. Nella ciotola più grande, setaccia le farine, aggiungi il sale e mescola con una forchetta o un cucchiaio. Nella ciotola piccola, sciogli il lievito con l'acqua. Mescolando con la forchetta, versa nelle farine il lievito con l'acqua, continua a girare, avrai un composto grumoso, ma che sta insieme. Copri con la ciotola piccola e attendi 10 minuti. Passato il tempo, togli il "coperchio" , che avevi fatto con la ciotola piccola, e prendi un lembo di impasto con le dita, alzalo, portalo al centro e premi per "attaccarlo, in questo modo fai il giro della ciotola. Copri nuovamente e attendi 10 minuti. Ripeti il passaggio precedente per 3 volte, poi copri e attendi 1 o anche 2 ore, non occorre essere troppo fiscali. Infarina di semola un canovaccio, ponilo in un cestino. Rovescia il tuo impasto su di una spianatoia leggermente oliata, va benissimo il piano della cucina o il tavolo, stendi con le mani e forma un rettangolo. Fai una serie di pieghe come qui, arrotonda e forma una pagnotta che adagerai nel cestino con la chiusura verso l'alto. Chiudi con un sacchetto per alimenti, metti in un posto tiepido e attendi il raddoppio che avverrà in un tempo variabile tra le 3 e le 6 ore. Accendi il forno a 230°. Rovescia l'impasto su carta forno, con una lama affilata pratica un taglio profondo circa un centimetro al centro della pagnotta. Inforna su refrattaria o su una teglia posta sul ripiano più basso e spruzza dell'acqua sulle pareti e sulla superficie del pane. Dopo 10 minuti abbassa la temperatura a 200° e porta a cottura per altri 35/40 minuti. Il pane è cotto quando, bussando sul fondo, sentirai un suono vuoto.


























Foto di Valentina




























Porto questo pane alla raccolta n. #23 di Panissimo ideata
 da Sandra del blog Sono io Sandra e da Barbara del blog  Bread & Companatico 
   che per novembre trovate dalla mitica Sandra 








SHARE:

10 commenti

  1. seguiro' la tua ricetta... chissa' che non mi riesce di fare il pane per davvero! :)
    ti aggiungo ed invito a mettere il mio blog tra quelli che segui.. grazie!! :) ciao
    That’s amore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Grazia, prova, non si sa mai!! :))
      A presto!

      Elimina
  2. Mi piace, segno la ricetta! un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Che splendida ricetta..devo provare, l'aspetto e la consistenza sembrano fantastici ^_^
    Complimenti e felice serata <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Consuelo! :) La ricetta è facile...delle buone farine e il gioco è fatto !! :D
      Bacioni cara!

      Elimina
  4. Mi è stata data da poco della farina di segale, ne approfitto per provare questa tua ricetta del pane! Mi sono unita ai tuoi followers, ti va di ricambiare l'iscrizione sul mio blog? Grazie :)
    My Tester Mania

    RispondiElimina
  5. Il pane di segale aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo, essendo povero di carboidrati e dovrebbe essere inserito nelle diete, invece il suo consumo è irrisorio. Mi sono aggiunta ai tuoi followers, ti va di aggiungerti ai miei su http://giurtalia.blogspot.com il mio parla della mia terra, la Sardegna, con tanto di ricette locali, testate da me. Ho una rubrica di cinema, con le recensioni dei film che vedo ogni settimana e di tanto in tanto faccio una scappata negli States e registro nel mio diario gli appunti di viaggio, che potrebbero darti tanti spunti per il tuo prossimo. Ti aspetto, buon lavoro!!

    RispondiElimina
  6. Buonasera cara Sandra, un veloce saluto e un abbraccio dopo tanto tempo! Sto bene, in fase di cambiamenti ma bene. Grazie per essere passata da me, per vedere se c'ero. L'ho apprezzato molto. Se vorrai ripassare ho lasciato mie nuove sul blog, solo per raccontare un po come sto. Per le persone, come te, che non si fermano ad una ricetta. Un abbraccio a presto :-)

    RispondiElimina
  7. ci sono ricette e ricette, le tue sono sempre speciali, grazie di cuore
    Sandra

    RispondiElimina

Leggo con gioia i vostri commenti , siete in tanti a farmi visita tutti i giorni e anche se lo fate in silenzio la cosa mi fa ugualmente piacere,grazie ♥

© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig