venerdì 4 settembre 2015

Portulaca e sorgo



Mettiamo insieme un’erba spontanea, la portulaca, dalle notevoli proprietà ed un cereale privo di fama, il sorgo, e voilà! otterremo un piatto insolito, facile e sorprendente. Il sapore della portulaca è delicato, leggermente amaro, mentre il sorgo ha sapore dolce e consistenza farinosa, molto simile al riso che ricorda, vagamente, anche nel chicco biancastro. Nella ricetta ho usato nocciole ed anacardi in parti uguali, consiglio di abbondare a favore delle nocciole per non addolcire ulteriormente la preparazione, oppure di aggiungere qualche goccia di limone per completare con una nota acida.




Ingredienti
Portulaca a piacere
Sorgo g 80 a persona
Anacardi 1 manciata
Nocciole sgusciate 1 manciata
Sale, pepe, olio evo


Versa i cereali in una pentola con dell’acqua bollente salata e cuoci per circa 15 minuti. Frulla, in un mixer, le foglioline di portulaca, dopo averle lavate, aggiungi gli anacardi e le nocciole. Aggiusta di sale e pepe a tuo gusto, condisci con olio per rendere cremosa la salsa e, se necessario, un cucchiaio di acqua di cottura dei cereali. Ne ricaverai una sorta di pesto leggero. Scola i cereali con un colino a maglie strette, condisci e servi. La preparazione è gradevole anche a temperatura ambiente.


  Foto di Valentina































SHARE:

20 commenti

  1. Sai che non sapevo che la portulaca si mangia, ... c'è sempre da imparare, avrà un buon gusto e sicuramente molto salutare !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha moltissime ottime proprietà! Il gusto, come sappiamo, ognuno hai il proprio^ ^ comunque a noi è piaciuta! Ciao cara :)

      Elimina
  2. Io ignorantissima ... non conoscevo il sorgo e non pensavo che la portaluca si mangiasse ... guarda che piattino hai tirato fuori! Brava dolce Sandra, buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma nemmeno io sapevo, sai? Ne sono venuta a conoscenza l'anno scorso, uno dei fornitori del gruppo di acquisto di cui faccio parte ce ne ha diffusamente parlato e da allora la portulaca non viene più strappata dall'orto dei miei ^ ^, un abbraccio Terry

      Elimina
  3. Ho scoperto la portulaca proprio questo weekend e me la sto mangiando in ogni salsa :-P Non sapevo che si potesse cuocere..le mie sperimentazioni in merito non avranno più fine O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consuelo, con te è uno scoppiettio di ricette!! :D :D

      Elimina
  4. Non conoscevo nessuno dei due ingredienti, mi hai aperto un mondo di possibilità, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace variare e sono curiosa, il sorgo non l'avevo mai sperimentato prima nemmeno io ^ ^

      Elimina
  5. Portulaca e sorgo li conosco solo di nome, ma non li ho mai provati. Mi hai messo curiosità con questa ricetta. Immagino siano buonissimi!

    RispondiElimina
  6. La portulaca è la prima erba commestibile che mi insegnò a mangiare papà... e così quando ho letto il titolo di questo post la memoria mi ha regalato un bellissimo ricordo! :-)) ♥

    E insomma, tu ci hai inventato addirittura un pesto eh????
    E chissà che buono in abbinamento a questo insolito cereale!!!
    Se lo trovo questo piatto sarà mio! :-)))))

    Ciao tesorino bello, un bacio grande grandissimo! :-* :-* :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai , 'sta cosa che in cucina si inventa non mi si addice...io leggo, vedo, sento... poi provo, questo si! Felice di aver suscitato un ricordo bello, tanti sorrisi stella mia ♥

      Elimina
  7. Partiamo dal presupposto che ho appena acquistato un sacchetto di sorgo, l'ho provato in veste aromatizzata e ne sono rimasta affascinata. Aggiungiamo la meraviglia della portulaca e l'amore spasmodico per gli anacardi. Sandra...... hai la minima idea????? Altroché scarpetta, ti mangio anche il piatto :D
    Bella che sei.... Ti stringo forte e.... BUON COMPLEANNO!!!!!!!!!!!!!!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui in famiglia invece il sorgo non ha entusiasmato...ho uno zoccolo duro di conservatori :D :D ma credi che demorda?? manco a parlarne!!
      Amore bello grazie per gli auguri!♥

      Elimina
  8. nooo...mai pensato che quella piantina, da me considerata infestante si potesse anche mangiare!!!!!!!! Credimi devo ben capire se la portulaca è la stessa che intendo io...è stata una scoperta!
    e....la proverò...stanne certa!
    ottimo piattino, davvero
    Buonissima domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che c'è anche una versione ornamentale, coi fiorellini tutti colorati e dai petali che sembrano un velo.. ma quella spontanea è sicuramente facile da trovare, cresce un pò ovunque ^ ^
      Fammi sapere che ne pensi, ciao Simo !

      Elimina
  9. Sandra, mi hai stupita! :)
    Ho usato la portulaca l'anno scorso su una zuppetta salata di anguria ma non ho mai pubblicato il post perché avevo paura fosse troppo azzardato. Non pensavo ci fosse qualcun'altro che la conoscesse come erba commestibile, ormai (purtroppo) sono conoscenze scomparse ...
    Bravissima e ottimo abbinamento :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello , io ho stupito te!! Credimi, tu lo fai SEMPRE, immancabilmente :)
      Ecco, la zuppa salata di anguria, mi manca... azzardata?? macché, fantastica!!
      Un grande abbraccio :*

      Elimina
  10. Sai che no ho mai avuto occasione di assaggiare nessuno dei due ingredienti? Cercherò di rimediare :)
    Un bacio e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una scoperta recente anche per me! :)
      Un bacione!

      Elimina

Leggo con gioia i vostri commenti , siete in tanti a farmi visita tutti i giorni e anche se lo fate in silenzio la cosa mi fa ugualmente piacere,grazie ♥

© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig