lunedì 24 febbraio 2014

Pane di Cesira e coupe saucisson































Durante il mese di febbraio, alla scuola  di Panissimo, il gruppo di facebook si è cimentato in un esercizio di taglio che ha messo un poco in difficoltà i panificatori seriali:  coupe saucisson. Siamo alla ricerca di nuove sfide e tra il divertimento e l'impegno serio si sforna in continuazione!  Qui puoi vedere una carrellata dei pani prodotti dal gruppo. Mancava la mia prova così  ho approfittato della ricetta di Cesira, una panificatrice molto, molto brava che ha pubblicato nel gruppo le ciabattine che vedi  sotto. Cesira mi ha regalato la ricetta della ciabatta di pane alle patate per la mia raccolta di Panissimo ed io ricambio con dei filoncini  :)

Le dosi usate da me sono diverse, è stato necessario ridurre i liquidi per poter operare i tagli sulla superficie, ti scrivo le quantità che ho usato per 4 filoncini. Cottura a 230°, modalità statico per circa 25 minuti.

Farina 0 g 350
Acqua g 210
Patata cotta e sbucciata g 100
Lievito disidratato g 2
Sale g 7
Malto  1/2 cucchiaino




coupe saucisson
Foto di Valentina













Cesira mi scrive:
Metto le foto e spiego grossolanamente il procedimento: io non sono una panificatrice sistematica, ma vado molto all'impronta e all'umore della giornata!!! Per queste ciabattine ho lessato 2 patate medio-piccole. In una ciotola ho sciolto del lievito di birra, 5/6 g con una miscela di latte, circa 1/2 bicchiere, e l'acqua di cottura delle patate (il consiglio mi è stato dato da un'amica) lasciata intiepidire; ho messo un 1/2 cucchiaino di malto di orzo, ma va bene anche zucchero o miele e con un frusta ho fatto schiumare. Ho aggiunto poi le patate schiacciate e sempre lavorando con la frusta ho mescolato e unito della farina 0, circa 600/ 700 g totali, a formare dapprima una pastella e poi un impasto un pochino più consistente ma sempre piuttosto molliccio. Ho messo un cucchiaino di sale e un pochino di olio, diciamo 1 cucchiaio, e ho cominciato a mescolare nella ciotola con una paletta di plastica tipo leccapentola facendo delle pieghe verso il centro e girando in cerchio. Ho fatto questa operazione fino a che l'impasto non ha preso una certa elasticità e non rimaneva più attaccato alla paletta. Ho coperto e lasciato lievitare. Finita la lievitazione ho rovesciato l'impasto su una tavola abbondantemente infarinata e ho fatto delle pieghe a libro per 2 volte. Ho lasciato lievitare mentre scaldavo il forno, dove avevo inserito la pietra refrattaria, a 250° in modalità ventilato e non appena la temperatura è giunta a termine ho estratto un po' la pietra dal forno, l'ho cosparsa di semola e con un tagliapasta da fornaio ho tagliato dei pezzi irregolari e messi sulla pietra. Ho infornato per un 15/ 20 minuti fino a coloritura.


Pane di Cesira




Pane di Cesira




Il pane di Cesira va alla raccolta "Panissimo" creata da 
Barbara del blog Bread & Companatico  
e Sandra del blog Indovina chi viene a cena?


panissimo a casa mia





















SHARE:

33 commenti

  1. Wow, mi sa che mi hai convinta a fare un tentativo..da panificatrice seriale non posso che cedere in tentazione :-P
    Buon inizio settimana cara <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E da quella brava panificatrice che sei farai meraviglie! Un bacione e felice settimana a te! :*

      Elimina
  2. Sandrina, ma questo si che sembra un saucisson... mica il mio!!! Ti bascio cara e complimenti!! Anzi complimenti doppi perchè la percentuale di acqua mi sembra abbastanza alta e hai fatto un lavoro strepitoso! Un bascione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sempre , però anche le farine fanno la loro parte, come sappiamo bene!
      Grazie Patty, un bacione grande!

      Elimina
  3. Bello il tuo salsiccione tesora!
    Un abbraccio grande
    Lou

    RispondiElimina
  4. quell'alveolatura.. che meraviglia.. dev'essere buono da morire.. brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luisa, a me il pane con le patate piace un mondo!!
      Grazie cara, un bacione :*

      Elimina
  5. si presenta benissimo e deve essere stra buono!! complimenti :D

    un bacione
    sabrina

    RispondiElimina
  6. Bellissimo questo pane Sandra! Quello con le patate è uno dei miei preferiti ed anche io aggiungo l'acqua di cottura...

    Proveremo anche la ricetta della Cesira!

    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii, che è bravissima la Cesira!!
      Grazie Silvia, un bacione!

      Elimina
  7. Che spettacolo questo pane! Direi che lo scambio ė stato equo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace pensarlo :)) Grazie cara, buona giornata! :*

      Elimina
  8. O_O spettacolare questo pane!!!! :P buona settimana!

    RispondiElimina
  9. Io adoro questo tipo di pagnottelle....bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirlo a me, ne sono stagolosa!!...e il giro vita è sempre più difficile da tenere a bada :(
      Baci Chiara!

      Elimina
  10. Oggi è la seconda volta che leggo un post su questo tipo di pane e anche qui da te resto piacevolmente colpita da un dettaglio: la crosta, così croccante e "solida"! Immagino come scrocchia bene quando si taglia a fettine, che voglia di bruschette con l'olio buono, magari quello ancora verde, intenso... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provalo Francesca, ti conquisterà! ..la bruschetta... ne mangerei una anche adesso!!
      Ciao cara :*

      Elimina
  11. Brava la mia Sandrina :) questa forma io l'adoro ♥
    Con questo sole vien voglia di buttare una coperta sul prato e sedersi a mangiare il tuo pane :')

    ti abbraccio tesoro :*:*:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo stati graziati dalle mie parti, almeno fino a ieri..giornate di sole così belle che stare in casa pareva un delitto , dai che è quasi ora di pic nic!!
      Un abbraccio stretto cara la mia spettinata ♥

      Elimina
  12. que pão lindo e fofo, ficou perfeito e como eu adoro, fofo por dentro e com uma crosta bem tostadinha, que delicia.

    beijinhos

    RispondiElimina
    Risposte
    1.   Doce que você Sandra, para mim, o pão deve ser macio por dentro e crocante por fora, é o meu favorito!

      beijinhos

      Elimina
  13. Sai che ero convintissima di aver già commentato questo tuo pane? Mi sa che mi sto rinc....do!! Bellissimo questo pane e brava la Cesira. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse perché l'avevi visto nel gruppo! E' la primavera in arrivo che ci fa fare mille cose tutte insieme, almeno a me ..l'arrivo del sole mi mette una grande energia, poi qualcosa si perde per strada, è inevitabile ♥
      La Cesira è bravissima!!

      Elimina
  14. Ma perchè mi spaventa così tanto panificare? Quando vedo queste meraviglie Sandra mi sento davvero che mi manca un pezzo importante ....uffà sono bellissime queste pagnottelle, e chi sa che morbide con le patate. Brave te e Cesira! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è davvero motivo d'essere spaventata... non tu, con la tua manualità, il talento e la sensibilità che hai! Davvero Angela, buttati, se senti che ti manca, forse è il momento :)
      Per qualunque cosa, se posso esserti utile, sono qui :*
      Cesira è una grande! :))

      Elimina
  15. Sandra che emozione!!!! Grazie per il bellissimo servizio che hai pubblicato. Sono contenta di esserti stata di stimolo per fare il pane meraviglioso che vedo... adesso sarò io a sperimentare la tua ricetta!!!! ;) Cesira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cesira, è un onore ed una gioia per me che tu mi abbia "regalato" la tua ricetta :))
      Sarò felice di sapere se prepari la versione fatta da me.
      Un caro abbraccio :*

      Elimina

Leggo con gioia i vostri commenti , siete in tanti a farmi visita tutti i giorni e anche se lo fate in silenzio la cosa mi fa ugualmente piacere,grazie ♥

© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig