sabato 30 novembre 2013

Una ricetta perché non posso mancare.





  

E' una ricetta di quasi due anni fa, la ripubblico per mandarla a Panissimo,
per mandarla alla raccolta di Sandra e  Barbara .

Panissimo

Proprio il mese che la padrona di casa di Panissimo è Michela,
non voglio , non posso mancare e così ho cercato tra le mie
 ricette di pane,  una che si avvicinasse anche alle ultime
sperimentazioni della scuola di panetteria su facebook e ho trovato 
le girandole di pane, io la mando , chiaro che è un fuori concorso...☺
Sto ancora litigando col forno nuovo, va un poco meglio, ma ancora
col pane non ci siamo, domani riprovo, chissà, magari è la volta buona!



Ingredienti

400  g farina O
100 g farina integrale
90 g lievito madre
25  g farina O
125 acqua 
165 latte intero
50 g acqua
10 gr miele di  lampone
250 ricotta
30 burro
10 sale
pepe ai fiori a piacere

Procedimento

In un pentolino versiamo  i 25 g di farina O e i 125 g di acqua e mettiamo su
fuoco basso mescolando continuamente fino ad addensamento , deve diventare 
come una besciamella densa.
Spegnere e lasciare raffreddare.
Nella ciotola dell'impastatrice versare la farina O e l'integrale, mescolare,
 versare il latte tiepido , il miele ,  il lievito madre e la ricotta.
Impastare con la frusta a K  per qualche minuto, se serve aggiungere
un po alla volta i restanti 50 g di acqua , poi aggiungere il preparato
di acqua e farina .
Montare il gancio e impastare a lungo fino ad avere un composto liscio
ed incordato , infine aggiungere il burro morbido , il sale ed il pepe .
Imburrare un contenitore e mettere l'impasto a lievitare fino al raddoppio.
Una volta raddoppiato dividerlo in sei pezzi da circa 200 g ciascuno ,  formare a palla 
e far riposare coperti per 30'
Riprendere e formare a filone, far riposare con la chiusura sotto  per 30'.
Con un bastoncino , io ho usato il manico di un mestolo ,  premere sulla chiusura
creando un solco di 2/3 centimetri, riavvicinare le due metà , 
girare di 90° e praticare un solco perpendicolare al primo, 
infine torcere delicatamente di un giro completo.
Fare lo stesso con un altro e sovrapporli.
E' più facile da fare che da spiegare , comunque nelle foto ci
sono tutti i passaggi.
Mettere a lievitare coperti ed  al tiepido con la chiusura sotto.





 




Una volta raddoppiati di volume , portare il forno alla massima temperatura, capovolgere
le girandole , infornare gettando un bicchiere d'acqua su una leccarda posta sul fondo del forno.
Dopo 10' abbassare a 220° e cuocere per altri 25'.






Per chi non usa il lievito madre.
Sciogliere mezzo panetto di lievito fresco o mezza bustina di lievito liofilizzato
in poca acqua , aggiungere il miele ed un cucchiaio di farina presi dal totale , attendere
che si formi la schiuma e poi mescolare al resto degli ingredienti.
Per riequilibrare la ricetta andranno aggiunti 60 g di farina O e 30 g di acqua.
Il procedimento rimane lo stesso.















SHARE:

lunedì 25 novembre 2013

Frolle al cacao





Questo stampino ha una storia da raccontare : il giorno che l'ho acquistato
ho girato Venezia in lungo ed in largo con Lorella, e non metaforicamente!
La mia amica Lorella dei grissini  ☺
Ci siamo incontrate per passare un po di tempo insieme e per fare acquisti,
infatti cercavamo un negozio in cui eravamo state un anno prima e, per
quanto ci sforzassimo, a nessuna delle due veniva in mente come si chiamasse
Così, tra un "Ma tu proprio non ricordi?" e un "...no, non era da queste parti"
abbiamo camminato per ore , senza smettere un attimo di chiacchierare:
ci credi che quando guardo questo stampino sento irresistibile la voglia  di sedermi?
Ah, poi l'abbiamo trovato il negozio ..


Le frolle al cacao

Ingredienti *
Farina 00 g 280
Cacao amaro g 25
Burro g 150
Zucchero g 120
Uova intere 1
Tuorli 2
Sale 1 pizzico
Zucchero a velo 2 cucchiai colmi
Cointreau o altro liquore a piacere

*Le quantità degli ingredienti sono sufficienti per una crostata di 24 cm stesa
 a 6/7 mm di spessore oppure per circa 80 biscotti diametro 5 altezza 3/4 mm.

Mescola nella ciotola della planetaria la farina, lo zucchero ed il cacao. Aggiungi il burro  a pezzetti, aziona la frusta a K fino ad ottenere un composto sbriciolato, unisci l'uovo, i tuorli ed il sale e lavora il tempo necessario per amalgamare, forma una palla, avvolgi con la pellicola e poni in frigorifero per un'ora. Stendi la pasta ad uno spessore di 3/4 mm ricava la forma che preferisci, impasta i ritagli e stendi nuovamente fino ad esaurire l'impasto. Cuoci a 180° per 12 minuti in modalità ventilato. Amalgama lo zucchero a velo con il liquore per ottenere una glassa non troppo fluida , decora i biscotti ancora caldi , lascia raffreddare su una gratella e, infine,  spolverizza leggermente di zucchero a velo.



Foto di Valentina



SHARE:

martedì 19 novembre 2013

Tortini alla zucca



















Ho veramente una tale quantità di zucche da usare che  le finirò ... mah!
..non so nemmeno se le finirò ! E' circolata la voce che mi piacciono e ,
complice una torta alla zucca mandata ad una festa, mi sono ritrovata in
mezzo a zucche di ogni foggia e colore : beh, si, forse avrei dovuto dire che
mi piacciono le banconote da 500 euro, vero?..è che non ci ho  pensato!!!
Vabbè, ho fatto la spiritosa, ma in realtà ne sono felicissima...nel mio
immediato futuro ci sono zuppe fumanti profumate di zenzero,  pane fragrante
(se solo riuscissi a capire come cuocere decentemente il pane nel forno nuovo),
morbidi gnocchi, pasta ripiena e dolci , si!!! a me le zucche!!!
Oggi pubblico la ricetta di questa torta alla zucca, che faccio davvero da
un bel po di tempo, la ricetta viene da qui, io l'ho fatta in versione tortini.

Plum cake di zucca de " La cusinière parisienne" 


Ingredienti per 6 tortini grandi e 12 piccoli
o uno stampo da plum cake 30 x 11

Polpa di zucca cotta al forno o al vapore g 250
Farina 00 g 240
Zucchero g 150
Uova medie 1
Burro fuso g 65
Latte g 80
Lievito per dolci 1 bustina
Vaniglia semi di 1 bacca
Ci stanno benissimo 4/5 amaretti sbriciolati che io non avevo e, stavolta, non ho messo.


Procedimento

Con la frusta amalgama zucchero e uovo, aggiungi i semi di vaniglia, la polpa di zucca,
il burro fuso. Unisci la farina setacciata alternandola al latte, devi sempre avere un
composto molto fluido, per ultimo aggiungi il lievito e, se ti piacciono, gli amaretti.
Versa il composto nei pirottini, riempi fino a 3/4 della capienza e cuoci a 170° per 25
minuti. Se invece decidi di fare un dolce unico, imburra e spolvera di farina uno stampo
da plum cake  e cuoci per 40 minuti, fai la prova stecchino, sforna, togli dallo stampo e
raffredda su una gratella. Spolverizza di zucchero a velo.






Foto di Valentina










SHARE:

venerdì 15 novembre 2013

Zuppa di funghi







Io stessa mi chiedo : perché? Perché mai non l'ho preparata prima?
SHARE:

giovedì 14 novembre 2013

Pere e noci




Sono stata "costretta" a rallentare la mia produzione di lievitati...niente pane niente brioche,
solo per qualche tempo. Il tempo necessario.
E ne è stato  necessario di tempo, forse un po di più rispetto a chi è rapido nelle decisioni...
Ma la questione era grave! ..il mio  vecchio  forno non funzionava più .
Ho visionato innumerevoli siti, confrontato prezzi, caratteristiche, opzioni.
Alla fine ho deciso. Non senza qualche ripensamento.
Ora ci stiamo conoscendo, il mio nuovo forno ed io.
Lui è bellissimo , sembra affidabile, ma  ha ancora qualche lato oscuro,
qualche comportamento imprevedibile, insomma se sia  vero amore  ancora
non lo so!! ... comunque ha passato l'esame tortini!


Ingredienti per 6/8 tortini
Farina 00 g 200
Uovo medio 1
Zucchero di canna g 100
Yogurt naturale g 125
Olio evo g 25
Lievito per dolci 1 cucchiaino da te
Pera 1
Noci 7/8



Monta l'uovo con lo zucchero, aggiungi l'olio e lo yogurt. Unisci la farina
setacciata con il lievito e mescola fino ad avere un composto liscio e senza
grumi. Se dovesse essere troppo denso, allunga con qualche cucchiaio di
latte. Sbuccia e taglia la pera a piccoli pezzi, rompi le noci, spezzetta a grossi
pezzi e aggiungi la frutta al composto.
Versa nei pirottini, riempili per 3/4, cuoci in forno  a 180° per 20/25 minuti.




Foto di Valentina







SHARE:

sabato 9 novembre 2013

Cake allo yogurt e zenzero































Mi piace l'autunno, l'ho già detto vero? Mi piacciono i giorni di settembre , ancora caldi
di estate, i giorni di ottobre colorati di giallo, rosso, arancione e marrone e, si! mi piace
anche novembre, povero novembre così poco amato, grigio , piovoso...a me fa venir
voglia di lavoro a maglia, di tisana bollente, di gatto accoccolato , di racconti di magia...


























Cake allo yogurt e zenzero



Ingredienti
Yogurt g 125
Uovo 1
Zucchero integrale g 90
Farina autolievitante g 250
Olio e.v.o. g 40
Latte g 60
Radice grattugiata di zenzero a piacere

E' un dolce semplice da fare , relativamente sano e leggero.
Monta uova e zucchero, aggiungi lo yogurt e l'olio, poi la farina ed
il latte fino ad avere un composto fluido, unisci infine lo zenzero.
Spennella di olio e spolvera di farina uno stampo , versa il composto
e inforna a 170° per 40 minuti. Controlla la cottura infilando uno
spiedino di legno nel dolce, deve uscire asciutto.



























Porto con molto piacere questo dolce da Giulia del blog Blonde's Cake
per il suo giveawey,  auguri Gulia!


Partecipate al mio primo Giveaway!



























Foto di Valentina








SHARE:

lunedì 4 novembre 2013

Passione melograno








Questo è il mio ultimo appuntamento con lo Sweet Team,
raccolgo il testimone da Liz e lo consegno ad Assunta.
Se ti va, puoi vedere tutte le creazioni di tutte noi
componenti dello Sweet Team su Facebook.

E' stato un gioco bellissimo, 
 un alternarsi di diverse mani, diverse menti e 
diversi modi di concepire le Dolci Delizie. 
Ringrazio tutte le mie compagne di avventura e , in particolare,
Gius e Paola, le nostre carinissime referenti,
 per aiutarti a conoscere la collana di De Agostini:






Questa ricetta ha scelto me. E' una ricetta vegan . 
E' una scelta alimentare che ammiro, io non sono ancora pronta, 
comunque mai dire mai ☺

Ingredienti per quattro

Yogurt di soia g 250 
Latte di riso g 60
Zucchero 3 cucchiai  
Agar agar 2 cucchiaini 

Ingredienti per la gelatina di melograno
Succo di 1 grosso melograno
Zucchero a piacere
Agar agar 1 cucchiaino








Sciogli l'agar agar nel latte di riso con lo zucchero,lascia raffreddare un poco
e unisci lo yogurt. Versa in contenitori monoporzione e poni in freezer per 30
 minuti. Ricava il succo dal melograno, scalda una piccola quantità per  
sciogliere l'agar agar, zucchera a tuo gusto, poi aggiungi il resto del succo. 
Decora la superficie dei dolci con la gelatina e con alcuni chicchi di melograno. 
Se lo hai, ma certamente lo hai, perché hai i fascicoli e con i fascicoli hai tutta 
l'attrezzatura di cui la De Agostini ti omaggia, versa nello stampino a cuore poca 
gelatina, falla rapprendere qualche minuto in freeezer e poni il tuo rosso cuore di 
melograno sopra uno dei dolcetti per una presentazione romantica e  di effetto.






La notevole quantità di foto ti fa capire che sono innamorata di questo dolce,
è stato difficile scegliere, mi piacevano tutte, Valentina ha reso giustizia, a mio
 modestissimo parere, alla purezza ed alla semplice bontà della ricetta .











































SHARE:
© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig