giovedì 26 settembre 2013

Pane, colori d'autunno e ti racconto...






































Dal libro "Come si fa il pane" la mia personale versione de 
" Il pane alle barbabietole"


Ingredienti

Farina 0 g 300
Farina d'avena g 50
Lievito madre g 50
Barbabietola g 70
Acqua g 210
Olio e.v.o. 1 cucchiaio
Sale 1 cucchiaino da caffè

















Nella ciotola della planetaria mescola per amalgamare farine ed acqua, otterrai un impasto asciutto,
copri e lascia riposare 20 minuti. Con una grattugia a fori larghi taglia la barbabietola cruda. Unisci 
il  lievito madre all'impasto, poi la barbabietola , poi l'olio ed infine il sale . Forma una palla e poni a 
lievitare in una ciotola oliata fino a triplicare di volume. Riprendi l'impasto, sgonfialo delicatamente
facendo le pieghe , forma nuovamente una palla , infarina abbondantemente un cestino,  mettici  il
pane con la chiusura in alto e lascia lievitare fino al raddoppio chiuso in un sacchetto per alimenti.
Inforna al massimo della temperatura, rovesciando il pane su refrattaria e versando un bicchiere 
d'acqua su di una teglia posta sul fondo del forno per creare vapore. Dopo dieci minuti abbassa la
temperatura a 200° e porta a cottura, ci vorranno altri 30 minuti.
La farina d'avena dona al pane dolcezza, la barbabietola lo colora , un pane per sorprendere :)


Questo pane va da Sandra che, questo mese, ospita Panissimo
la raccolta creata da lei e da Barbara





Oggi pubblico una intervista, ed è  una cosa che mi fa sorridere, neanche fossi chissà che
personaggio ☺  Alla fine,  è solo un modo per  raccontarmi, io faccio sempre fatica, non
so  dirti perché, comunque, se desideri sapere qualcosa di più di me, puoi  cliccare qui.









SHARE:

domenica 22 settembre 2013

Dolci delizie





Mentre soffrivo lontano dal blog ho ricevuto una mail che mi ha incuriosita e lusingata: 
mi veniva offerta l'opportunità di far parte di un progetto. 
Sulle prime ho pensato che potesse essere troppo impegnativo per me, non sono il tipo 
che si prende un impegno per poi non rispettarlo, e,  a dirla tutta, forse si è affacciata 
anche un po' di insicurezza.. insomma...qualche paranoia me la sono fatta!
Ma ha avuto la meglio la voglia di imparare che è la cosa alla quale non resisto e la 
collaborazione con De Agostini  mi offre questa possibilità.
Insieme ad altre 11 foodblogger faccio parte dello  " Sweet Team " per proporti piccole 
golosità e, per aiutarti a realizzarle, puoi usufruire di questa pubblicazione. 
In una opera di 60 uscite c'è da imparare davvero di tutto e per tutti i gusti!
Ci sono tantissime proposte spiegate molto bene, dalle tecniche di base alle idee originali, 
semplici o complesse, fino ad arrivare ad attrezzature specifiche, tutto fornito con fascicoli 
a cadenza settimanale. Potrai visionare l'intera offerta qui : " Crea e decora dolci delizie "
I piccoli dolci, la pasticceria ed il cake design non avranno più segreti !



Delizia al cioccolato e pere

Ingredienti

Pasta 
Farina 00 g 125
Farina di farro g 40
Zucchero semolato g 30
Mandorle in farina g 30
Burro g 125
Acqua fredda 3 cucchiai 
Sale

Ripieno
Pere mature 4
Burro g 90
Cacao amaro in polvere g 45
Uovo medio 1
Zucchero  g 140
Farina 00 g 45
Vaniglia
Per la finitura
Zucchero a velo




Metti le farine, lo zucchero, la farina di mandorle, il sale ed il burro a piccoli pezzi nella ciotola 
dell'impastatrice, aziona la frusta unendo i cucchiai d'acqua fino ad avere un impasto unito. 
Avvolgilo nella pellicola   e metti in frigo per 30 minuti.
Stendi la pasta frolla, rivesti 8 stampini precedentemente imburrati ed infarinati e lascia 
riposare in congelatore mentre prepari le pere.
Sbuccia le pere, togli i semi, dividi in 4 parti ed ogni parte a fette della misura degli stampi.
Con una forchetta bucherella la pasta e spolverizza di zucchero, disponi le pere e inforna 
a 180° per 15 minuti.Togli dal forno e fai raffreddare mentre prepari il ripieno.
Sciogli il burro in un pentolino, aggiungi il cacao e amalgama bene. Monta l'uovo con lo 
zucchero, aggiungi il composto di burro e cacao e setaccia sopra la farina, mescola con 
cura e aggiungi la vaniglia. Versa il composto sulle pere cercando di pareggiare con una 
spatola. Rimetti i dolci in forno per altri 15 minuti. Sforna, metti a raffreddare su di  una 
gratella e , prima di servire, spolverizza di zucchero a velo.






 Troverai la prossima ricetta dello " Sweet Team "  nel blog di Assunta  La Cuoca Dentro , a presto!












SHARE:

domenica 15 settembre 2013

Focaccia all'uva

































E' arrivato settembre... ed io mi posso occupare un poco di più delle mie passioni e,
di conseguenza, finalmente riesco a pubblicare una ricetta!
Sono davvero riconoscente a chi, nonostante la mia lunga assenza, è passato di qui,
a chi ha lasciato un commento, alle amiche di sempre e ad occhi silenziosi : grazie!
Questa ricetta, manco a dirlo, è per voi... e per quelle due ragazze stupende che
sono la Sandra e la Barbara. Grazie per il libro stupendo che mi avete spedito,
grazie per le parole che lo hanno accompagnato, grazie , grazie, grazie!!

Ed ora, sei pronta? Tanto per cominciare andiamo a passeggiare in campagna..
si, perché, l'uva è tutta buona, d'accordo...però , per questa focaccia, sarebbe
davvero perfetta l'uva nera con acini piccoli, magari uva fragola, ma anche no,
e qualche grappolo possiamo comprarlo  là dove stanno vendemmiando l'uva
da vino, ecco, quella è l'ideale!..poi , è chiaro che si fa con quel che si ha!













































Ingredienti per la pasta lievitata

Farina manitoba g 120
Farina 00 g 100 (130 se usi il lievito disidratato)
Acqua g 80
Latte g 80
Zucchero g 30
Olio e.v.o. g 20
Lievito madre g 40 ( oppure 1 cucchiaino da caffè di lievito disidratato)
Sale mezzo cucchiaino da caffè

Per la farcitura e la finitura
Uva nera  a piacere
Zucchero 6 cucchiai
Olio e.v.o. 2/3 cucchiai











































Se usi il lievito madre procedi così : amalgama farine e zucchero , sciogli il lievito
nell'acqua e latte e unisci il tutto impastando fino ad avere un composto che non
appiccica,eventualmente aggiungi poca farina. Incorpora olio e sale, lavora fino
ad avere un impasto setoso ed unito, poi mettilo in un recipiente oliato  fino a che
avrà triplicato il volume.
Una volta che sarà lievitato a dovere, rovescia l'impasto su di uno spiano oliato,
dividi a metà , ungi una tortiera  ( diametro 26 cm ) e stendi la prima metà ungendo
le mani, fai uno strato di acini d'uva, spolvera con 3 cucchiai di zucchero, stendi
l'altra metà e versa l'uva rimanente schiacciandola leggermente nell'impasto.
Copri con pellicola e poni nuovamente a lievitare.
Se usi il lievito disidratato invece  fai prima attivare il lievito versandolo nei liquidi,
latte ed acqua leggermente intiepiditi , attendi che faccia una leggera schiuma e poi
unisci  al resto degli ingredienti, tutti insieme , fino ad avere un impasto incordato.
A questo punto procedi come per il lievito madre, metti la pasta in un contenitore
oliato e attendi che triplichi, cosa che avverrà in un'ora circa , se avrai l'accortezza
di tenerla nel forno tiepido. Forma la tua focaccia , copri e fai lievitare ancora.
Accendi il forno a 170°, spennella di olio la superficie e versa il rimanente zucchero.
Cuoci per 20 minuti o fino a che avrai una crosticina dorata, sforna e metti a
raffreddare su di una gratella.
Questa focaccia va da  Panissimo, evento creato da Sandra e Barbara ed ospitato,
per il mese di settembre da Sandra








































SHARE:
© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig