domenica 15 settembre 2013

Focaccia all'uva

































E' arrivato settembre... ed io mi posso occupare un poco di più delle mie passioni e,
di conseguenza, finalmente riesco a pubblicare una ricetta!
Sono davvero riconoscente a chi, nonostante la mia lunga assenza, è passato di qui,
a chi ha lasciato un commento, alle amiche di sempre e ad occhi silenziosi : grazie!
Questa ricetta, manco a dirlo, è per voi... e per quelle due ragazze stupende che
sono la Sandra e la Barbara. Grazie per il libro stupendo che mi avete spedito,
grazie per le parole che lo hanno accompagnato, grazie , grazie, grazie!!

Ed ora, sei pronta? Tanto per cominciare andiamo a passeggiare in campagna..
si, perché, l'uva è tutta buona, d'accordo...però , per questa focaccia, sarebbe
davvero perfetta l'uva nera con acini piccoli, magari uva fragola, ma anche no,
e qualche grappolo possiamo comprarlo  là dove stanno vendemmiando l'uva
da vino, ecco, quella è l'ideale!..poi , è chiaro che si fa con quel che si ha!













































Ingredienti per la pasta lievitata

Farina manitoba g 120
Farina 00 g 100 (130 se usi il lievito disidratato)
Acqua g 80
Latte g 80
Zucchero g 30
Olio e.v.o. g 20
Lievito madre g 40 ( oppure 1 cucchiaino da caffè di lievito disidratato)
Sale mezzo cucchiaino da caffè

Per la farcitura e la finitura
Uva nera  a piacere
Zucchero 6 cucchiai
Olio e.v.o. 2/3 cucchiai











































Se usi il lievito madre procedi così : amalgama farine e zucchero , sciogli il lievito
nell'acqua e latte e unisci il tutto impastando fino ad avere un composto che non
appiccica,eventualmente aggiungi poca farina. Incorpora olio e sale, lavora fino
ad avere un impasto setoso ed unito, poi mettilo in un recipiente oliato  fino a che
avrà triplicato il volume.
Una volta che sarà lievitato a dovere, rovescia l'impasto su di uno spiano oliato,
dividi a metà , ungi una tortiera  ( diametro 26 cm ) e stendi la prima metà ungendo
le mani, fai uno strato di acini d'uva, spolvera con 3 cucchiai di zucchero, stendi
l'altra metà e versa l'uva rimanente schiacciandola leggermente nell'impasto.
Copri con pellicola e poni nuovamente a lievitare.
Se usi il lievito disidratato invece  fai prima attivare il lievito versandolo nei liquidi,
latte ed acqua leggermente intiepiditi , attendi che faccia una leggera schiuma e poi
unisci  al resto degli ingredienti, tutti insieme , fino ad avere un impasto incordato.
A questo punto procedi come per il lievito madre, metti la pasta in un contenitore
oliato e attendi che triplichi, cosa che avverrà in un'ora circa , se avrai l'accortezza
di tenerla nel forno tiepido. Forma la tua focaccia , copri e fai lievitare ancora.
Accendi il forno a 170°, spennella di olio la superficie e versa il rimanente zucchero.
Cuoci per 20 minuti o fino a che avrai una crosticina dorata, sforna e metti a
raffreddare su di una gratella.
Questa focaccia va da  Panissimo, evento creato da Sandra e Barbara ed ospitato,
per il mese di settembre da Sandra








































SHARE:

45 commenti

  1. BEN TORNATA!! Mi stavo preoccupando!!!!
    ...e vedo che sei tornata alla grande :-)! Come sempre mi innamoro dei tuoi lievitati Sandra!! Questo tipo di focaccia non l'ho mai preparata, ma prima o poi...spt dopo aver visto queste magnifiche foto!
    Un bacio e buona serata!
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa!! Che bello ritrovarti :* Falla, la focaccia, ti piacerà!
      Buona settimana tesoro, un bacione!

      Elimina
  2. E' così invitante Sanra!!! L'anno scorso ho provato a farla ma mi è venuta bruttissima... anche se buona. Quest'anno ci voglio riprovare. Ma si fa anche con l'uva bianca???
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elly ciao! Si, io l'anno scorso l'ho fatta con l'uva fragola bianca della vicina, è buonissima!Un bacio!

      Elimina
  3. Eccola la mia Sandrinaaaaaaa <3 <3 <3 Bentornata! :D Mi sei mancata un sacco! Come stai? :) Questa focaccia, con quello zucchero sopra e la sua morbidezza, invoglia proprio all'assaggio... quanto mi piacerebbe per la colazione di domani! :D Bravissima come sempre! Un abbraccio forte forte :** <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia Vale ♥ ora mi riprendo, arrivo sai? Un abbraccio grande, ti auguro una bellissima settimana ♥

      Elimina
  4. Ciao, e come rifiutare una focaccia all'uva proprio nella stagione in cui la fa da padrone! Soffice e ricca!
    buonissima.
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? ..alla prossima focaccia però tolgo i semini all'uva, è un lavoraccio, ma è meglio , secondo me :)
      Baci a te !

      Elimina
  5. Ecco come utilizzare bene la frutta di stagione, con idee morbide e anche... succose... ;-)
    Se avessi ancora l'uva fragola dell'albero di mia nonna, sarebbe ancora più speciale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cose delle nonne sono specialissime... un bacione Francesca :)

      Elimina
  6. Deve essere davvero buona questa dolce focaccia! Fatta con ingredienti semplici e genuini come tutte le cose buone! Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena, si è buona, specialmente gustata tiepida!
      Un bacione cara!

      Elimina
  7. Ciao Sandrina bentornata!!!!
    L'ultima foto della tua focaccia ( il suo interno morbidissimo) mi ha letteralmente conquistata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria ♥ grazie! E' bellissimo ritrovare le amiche, un bacione!

      Elimina
  8. Le focacce dolci sono strepitose. Questa all'uva è una vera delizia, Sandra. Grazie per le precise e chiare indicazioni.
    Un carpo saluto
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Grazia, cerco di fare del mio meglio, visto che spesso non faccio il passo passo fotografico:)
      Un bacio, buona settimana :*

      Elimina
  9. Bentornata...mi mancavano le tue splendide ricette!! Oh..ma anch'io sono mancata per tanto tempo, ora sono tornata ma con un polso rotto ahimè..meno male che ho parecchie ricette in serbo e pubblico quelle. Se passi da me mi fai piacere..la tua ricetta e le tue foto sono bellissime! Brava..come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caterina, come un polso rotto? ..cara, mi dispiace !
      Certo che passo da te, un bacio grande!

      Elimina
  10. Wow!!meravigliosa!!l'ho fatta con i fichi ma con l'uva ancora no!!la provero' sicuramente..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cri! Io invece non l'ho fatta coi fichi, devo provvedere ^_^
      Un abbraccio!

      Elimina
  11. Eccoti Sandra!!!!! E quanto ancora avresti voluto farci sentire la tua mancanza? Certo è che con una focaccia così ti si perdona ogni cosa.... Io, proprio ieri, ho optato per la versione uva fragola ^_^ ma assaggerei molto volentieri un pezzo della tua ; )
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erica ♥ ma quante cose buone mi sono persa lì da te?
      Un bacione grande!

      Elimina
  12. Con questa focaccia e con le tue foto mi ricordi molto nonna papera :)
    Profumata e golosa, buonissima..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pie che si raffredda alla finestra e Ciccio che la ruba e se la mangia tutta :D
      ..nel mio caso la "nonna" la fa e se la pappa pure!
      Un bacio!

      Elimina
  13. wow, che buona ,immagino che bello camminare nelle campagne in cerca di uva se poi si riesce a trovare quella fragola, profumata ancora meglio, grazie per la ricettona e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In estate la campagna è bellissima , ma io trovo che adesso dia il meglio di sé , i colori sono meravigliosi, per non parlare dei frutti!
      Ciao Paola, un bacione!

      Elimina
  14. Sandra che profumo nel tuo blog.... che profumo... questa focaccia è una cosa fenomenale!!!! Voglio provarla, presto presto! Un bascione grandissimo tesoro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pattyyy ♥ poi fammi sapere, lo sai che ci tengo al tuo parere!
      Un bacione!

      Elimina
  15. Ciao carissima amica mia!! Bentornata, anche se ogni tanto ti incrociavo qua e là. Ormai sono abituata che d'estate ti "assenti" ma sei giustificata, tranquilla. E se poi mi torni con queste ricettine ... e che ti devo dire? Bellissima e me ne mangerei giusto una fettina ora, come aperitivo ahahahhh Bello il libro vero? Avremo di che divertirci. Io ho già cominciato. L'hai visto il mio pane con farine povere impastato sul divano? Ahahahhhh Un baciotto tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terry, ciao ♥ Ho letto del tuo mal di schiena, mi spiace tanto..spero che passi presto :)
      Il libro è bellissimo, è vero! Dai, che ricetta hai fatto tu? A causa del poco tempo io ho potuto provare solo un pane, quello integrale e col lievito di birra, perché non ho tempi "certi" a meno di rinunciare al sonno che già è poco :(
      Ora mi vengo a vedere il tuo pane, un bacione cara e buona giornata :*

      Elimina
  16. Buongiorno Sandrina :**
    Questa focaccia è davvero una novità per me!! Non l'ho mai nè vista, nè sentita!! Quindi è ancora più fantastica di quel che è già!! :D
    Complimentoni cara!
    Un bacione e buona giornata!! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia, come stai? Davvero non l'hai mai provata? Io non resisto, con la prima uva, subito una focaccia :) Un bacio a te , a presto!

      Elimina
  17. Ciao mi chiamo Tiziana trovo questo tuo blog molto interessante ed ricco di consigli utili in cucina e al tempo stesso molto sCimpatico. Da oggi tua follower +g. Mi farebbe piacere se anche tu passassi da me per regalarmi un tuo follower +g e qualche consiglio per questa mia nuova avventura nel web. Ciao http://lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana, benvenuta:)passo sicuramente da te , ciao!

      Elimina
  18. Sandrina, mi ero persa questo post..ma la verità è che nell'ultimo periodo sono un po' in affanno..fatico a carburare e a star dietro a tutto..mannaggia...
    Che meraviglia questa focaccia...quanto mi piacerebbe averne un pezzettino da mangiare ora...sarebbe una vera coccola, e oggi ne ho davvero bisogno !
    Ti abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary, a volte dobbiamo mollare un pò...lo dico a te, ma nemmeno io riesco a farlo...dai coraggio, andrà meglio , pensiamo positivo!!
      Ti abbraccio forte ♥

      Elimina
  19. io, Sandrina mia bella, metterei volentieri il mio ditino dentro il buchino dell'uva e poi mi mangerei tutto il contorno.... mamma mia che bellezza!!!
    grazie cara e ben tornata a casa!
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandra, ancora non del tutto ritornata ma...ci siamo quasi:)
      Un bacio grande

      Elimina
  20. Voglio provarla anch'io!!
    Grazie per la condivisione!

    RispondiElimina
  21. Howdy would you mind letting me know which hosting company you're working with?
    I've loaded your blog in 3 completely different web browsers and I must say this blog loads a lot faster then
    most. Can you suggest a good hosting provider at a fair
    price? Thznk you, I appreciate it!

    Review my webpage;how to start a blog

    RispondiElimina
  22. cara Sandra il piacere è reciproco..io con la pubblicazione del primo post hahha ho avuto problemi l'avevo pianificata ..ma non è partita...me ne sono accorta alle 13.
    sono presa da mille impegni e dal nuovo lavoro....un abbraccio ti ho messo tra le preferite così non ti perdo d'occhio

    RispondiElimina
  23. Andrà tutto alla grande, ne sono certa , ora che siamo partite e chi ci ferma più? :D
    Congratulazioni, tanti auguri per il nuovo lavoro , un bacione!

    RispondiElimina

Leggo con gioia i vostri commenti , siete in tanti a farmi visita tutti i giorni e anche se lo fate in silenzio la cosa mi fa ugualmente piacere,grazie ♥

© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig