mercoledì 26 settembre 2012

..cambia il tempo ...




L'estate è finita , viva l'estate!





Potrebbe essere un tramonto.. in realtà è il cielo di qualche pomeriggio fa,
dopo un temporale , col sole che ancora splende oltre i nuvoloni carichi di pioggia.


 Questo invece  è il paesaggio  che mi ha accompagnato
 ogni mattina di questa rovente , faticosa , bellissima estate ...




 Al mattino presto , ogni giorno  prima  delle sette, mentre il sole faceva capolino,

uscivo di casa , prendevo  la mia bici e in pochi minuti ...




arrivavo qui !!!






Il mio capo ed alcuni dei miei colleghi :
Aslam , Sandro , Andrea , Sebastiano , Fabio
Maria, Sergia.


Un particolare "grazie" a Bruno, artista nel suo lavoro.
A Sabino e Gigi ,
a Monica , Riccardo ed Enrico.


Non sono mancati gli "incidenti di percorso", 
specialmente  ( ..ehmm...solamente ) alla sottoscritta..
ma Fabio che veglia su di noi come... un Grande Fratello : D
ha provveduto alla segnaletica , con gran risate dei clienti
ed imbarazzo superato da parte della malcapitata!(sempre  io)




Il paesaggio dalla mia finestra e le prime piogge d'autunno .




Bando alle nostalgie, gustiamoci una torta di mele!




... la ricetta ..tra qualche giorno!







SHARE:

giovedì 13 settembre 2012

Spuma di merluzzo







..la cosa è cominciata così..

La mia amica Doretta ha pubblicato questa ricetta : bellissima !
 E so che è anche  molto buona ,  la conosco, però non ho davvero 
il tempo di preparare il baccalà ...
E qui mi viene in aiuto Monica , la mia titolare, che mi dice
 " Sandra , ma ti dò io una ricetta che preparo spesso ,
 piace a tutti , anche a chi non apprezza il sapore deciso del baccalà
e , cosa più importante , è rapidissima!"
Scrive gli ingredienti su di un foglietto e a me non resta che 
scegliere il pesce più fresco, 
qui non c'è che l'imbarazzo della scelta , e  prepararlo! :)

Ingredienti 
350 g di merluzzo pulito
200 g di patata
poca cipolla
1 spicchio d'aglio
vino bianco
olio 
latte
sale
vol au vent 

Procedimento

Con calma e perizia sfilettare il pesce , togliere le lische e spelarlo.






Si può far preparare dal personale della pescheria o  usare filetti  che andranno 
tagliati a pezzi piccoli , messi in padella con la patata e la cipolla , anch'esse a dadini.
Ho infilzato l'aglio con uno stecchino per toglierlo una volta cotto il tutto.
Aggiungere un paio di cucchiai d'olio , un pizzico di sale , poco vino.




Una volta evaporato il vino , coprire con il latte .




 Per il tempo di  cottura regolarsi con le patate, dovrebbero bastare una ventina di minuti,
mezz'ora al massimo.
Una volta intiepidito , passare il composto in un mixer e ridurlo in crema.






Riempire i gusci di sfoglia oppure adagiare su foglie di insalata o , come abbiamo fatto
Leonardo ed io , spalmare su pane casereccio..insomma largo alla fantasia!







Grazie Monica! 


SHARE:

venerdì 7 settembre 2012

Focaccine e focaccia con la zucca




... è arrivato settembre... e le prime zucche!





Pane dolce con la zucca

Ingredienti

200 g di polpa di zucca cotta al vapore
125 g di yogurt denso
330 g di farina manitoba
60 g di zucchero semolato
1 uovo medio
90 g di lievito madre
60 g di burro morbido
3 g di sale
1 cucchiaino raso di cannella in polvere







Schiacciare con la forchetta la polpa di zucca e  mescolarla allo yogurt, unire lo zucchero 
e , poca alla volta, la farina .
Sbattere l'uovo , aggiungerlo al composto , spezzettare il lievito madre e amalgamarlo
impastando fino ad avere un impasto liscio.
Amalgamare, nel frattempo ,  la cannella al burro  e immetterlo in  più riprese , 
per ultimo aggiungere il sale.
Lavorare il composto fino a che è ben incordato, imburrare un contenitore e far
lievitare al raddoppio abbondante , all'incirca 7/8 ore.
Riprendere l'impasto e dividerlo in pezzi da 55/60 g , formare a palla e porre
nuovamente a lievitare coperti da pellicola per  6 ore.
Cuocere a 175° per 15/18 minuti gettando un bicchiere d'acqua sul fondo
del forno per creare vapore.











Ne risulta una pasta soffice , le focaccine sono leggere , profumate e
non eccessivamente dolci.
A colazione sono deliziose con sciroppo d'acero .




La pasta mi è piaciuta così tanto che ne ho fatto anche una focaccia con l'uva.
I miei vicini hanno delle piante di uva fragola bianca,  me ne hanno regalato
qualche grappolo ed ho pensato che potesse star bene con questo impasto.

Ho fatto così.

Ho steso una parte di impasto , dopo la prima lievitazione, ad uno spessore di meno di 
mezzo centimetro , ho messo gli acini  d'uva e li ho spolverati di zucchero cassonade
e poi irrorati di un cucchiaio di burro fuso lasciando liberi i lati.
Ho steso una seconda parte di impasto , sempre a misura della teglia , posata sopra e
aderito bene a chiudere la parte sottostante, vi ho sparso altri acini d'uva , 
lasciato lievitare al raddoppio.
Prima di cuocere ho completato con  una abbondante spolverata di zucchero
 e burro fuso , cotto per 20 minuti a 175°.










SHARE:

sabato 1 settembre 2012

Spaghetti con i ricci di mare





Che buoni i ricci di mare !!  




Ho il privilegio di lavorare qui dove il pesce è  freschissimo e di eccellente qualità, 

la tentazione di provare tutto è continua... oggi ho provato questi.









Spaghetti con i ricci di mare


Ingredienti per una persona

8/10 ricci di mare
1 piccolo spicchio d'aglio 
olio extravergine d'oliva
sale 
prezzemolo
spaghetti


Con le forbici incidere e tagliare la calottina dei ricci facendo attenzione
a non ferirsi con le spine , scavare il contenuto con l'aiuto di un cucchiaino
e tenere da parte insieme al liquido di un solo riccio.

Bollire l'acqua , cuocere gli spaghetti e , nel frattempo, scaldare un paio di cucchiai
d'olio per soffriggere dolcemente l'aglio schiacciato e privato del germe .

Un minuto prima di scolare la pasta , far saltare brevemente il contenuto dei ricci, 
allungare il sughetto con poca acqua di cottura degli spaghetti  ed amalgamare
velocemente la pasta al condimento.

Servire immediatamente con , se gradito,  poco prezzemolo tritato fine .






SHARE:
© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig